Ischia News ed Eventi - Cinema

Aperte le iscrizioni per l'undicesima edizione del concorso dedicato alle Location.

Si terrà dal 29 Giugno al 6 Luglio 2013 l'undicesima edizione dell'Ischia Film Festival, concorso cinematografico internazionale dedicato alla location.
L'entry form per l'iscrizione di lungometraggi, documentari e cortometraggi, all'edizione 2013 è pubblicata sul sito del festival.

Al Festival possono partecipare tutte le opere che abbiano valorizzato il territorio attraverso la scelta delle location, promuovendone così la realtà storica sociale ed umana, le tradizioni e la cultura.

Dal caldo mare del golfo di Napoli al freddo mar Baltico. L'Ischia Film Festival è tra i partecipanti alla 54esima edizione del Nordische Filmtage di Lubecca in Germania, il più importante appuntamento con la cinematografia dei paesi nordici. Un incontro che si ripete da oltre mezzo secolo in cui gli stati del Nord Europa: Norvegia, Danimarca, Lettonia, Finlandia, Estonia, Islanda, Svezia propongono i loro ultimi lavori cinematografici ad una platea internazionale.

Ad aprire la serata in occasione della cerimonia inaugurale del festival, un film molto atteso dal pubblico: "Kon-Tiki" dei registi norvegesi Joachim Renning ed Espen Sandberg. Il film, ispirato all'omonimo documentario vincitore del premio Oscar nel 1952, racconta il viaggio in zattera dal Perù alla Polinesia compiuto dall'avventuroso biologo Thor Heyerdahl. Già campione d'incassi in Norvegia il film promette di affermarsi come successo internazionale ed è stato candidato quale film norvegese agli Oscar.

Sarà dedicata al mondo sottomarino ed ai tesori sommersi della Campania la serata del 29 Agosto nel Chiostro Piccolo della Certosa di San Giacomo dove verranno proiettati estratti dei documentari di Raffaele Brunetti e Marcello Adamo con interventi dei subacquei Barbara Davidde, Roberto Petriaggi, Filomena Lucci, Vasco Fronzoni e Gabriele Gomez de Ayala. I documentari trattano due momenti storici lontani fra loro, ma che vedono entrambi protagonisti i mari della Campania:  lo sbarco di Salerno nella II Guerra Mondiale con l’ anteprima internazionale delle immagini del recupero del carro armato anfibio Sherman DD e l’antica Roma con estratti del documentario “Vacanze Romane” dedicato agli antichi “turisti” al mare, con particolare attenzione alla località di Baia. Saranno presenti nel parterre degli ospiti il Duca e la Duchessa di Somerset, il sindaco di Capri, Ciro Lembo, il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta e il soprintendente speciale per il polo museale di Napoli Fabrizio Vona.

(Ischia 7 Luglio 2012) Si chiuderà stasera la decima edizione dell’Ischia Film Festival. Grande attesa per la kermesse cineturistica isolana, con il vasto pubblico di appassionati ansioso di conoscere i vincitori, cogliendo magari l’occasione di rivedere le pellicole più amate. Ed è proprio questa  la principale novità di quest’anno: su iniziativa personale del Direttore Michelangelo Messina, a partire dalle 21.30, sarà possibile per tutti gli accreditati assistere alla proiezione dei film vincenti presso il Piazzale delle Armi, fino ad esaurimento posti.

Inizia ilweekend di eventi interamente dedicati al tema della lotta alla camorra promosso dall’associazione Capri Film Festival, già organizzatrice della omonima kermesse di cinema, musica e teatro e giunta lo scorso anno alla sua quinta edizione.

La splendida e suggestiva Chiesa di Santa Teresa sarà per tre giorni teatro di spettacoli, proiezioni e dibattiti che cominceranno, alle ore 19:00, con la messa in scena del monologo “Il Macero”, interpretato dall’attore Roberto Solofria e tratto dal romanzo di Nanni Balestrini "Sandokan, storia di camorra".

La seconda serata si aprirà invece con la proiezione del documentario ”Vita sotto scorta” (regia di Duccio Giordano) cui seguirà un dibattito pubblico al quale parteciperanno, oltre al regista, due sostituti procuratori della DDA di Napoli che, silenziosamente, lottano ogni giorno contro “il sistema”: Alessandro Milita, illustrerappresentante dell’accusa sull’offensiva dei “terroristi di camorra” nel processo sulla tristemente nota strage di Castelvolturno,nonché profondo conoscitore delle collusioni esistenti tra politici ed imprenditori camorristi (sua la richiesta di arresto per l’onorevole Nicola Cosentino) e Catello Maresca, l’uomo che ha portato all’arresto del super latitante Michele Zagaria e coordinatore, insieme al procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho, delle indagini che, proprio pochi giorni fa, hanno portato all’arresto di Massimo di Caterino, l'ultimo della lista dei latitanti del clan dei Casalesi.

Sesta serata all’IFF con Francesco Patierno
[Ischia, 6 luglio]Sesta serata, ancora una volta sold  out, all’Ischia Film Festival, kermesse cinematografica dedicata alle location. A parlare di “Cose dell’altro mondo” presso la Cattedrale dell’Assunta, il regista Francesco Patierno, già vincitore della prima edizione dell’evento con il successo “Pater Familias”. Una personalità poliedrica, in grado di cambiare abito a seconda delle opere presentate.
“Il tema dell’opera è una favola fatta di sguardi ironici; da qui anche la scelta di chiamare Diego Abatantuono e Valerio Mastrandrea. Pier Gianni Prosperini è il personaggio a cui mi sono ispirato, con i suoi interventi su youtube e nelle televisioni del nord tanto fuori al comune, in grado di far ridere e piangere contemporaneamente. Così l’ho contattato e nel corso di tre incontri ho costruito gran parte dei dialoghi di Diego.”

Vincitore della prima edizione dell’Ischia Film Festival con il bellissimo e spiazzante “Pater Familias”,  il regista Francesco Patierno torna ad Ischia con la fiaba antirazzista “Cose dell’altro mondo”.

Presentata alla 68esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Controcampo Italiano, dove è stata accolta da dieci minuti di applausi, “Cose dell’altro mondo” è una pellicola che tratta in modo anticonvenzionale temi come l’immigrazione ed il razzismo, una commedia in cui la fantasia incontra la riflessione sociale e che attori come Valerio Mastandrea, Valentina Lodovini e un Diego Abatantuono in stato di grazia rendono al tempo stesso lieve e profonda.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.