Ischia News ed Eventi - Case e giardini

Apertura completa per il meraviglioso giardino tropicale della Fondazione Walton
In realtà non sarà una vera e propria riapertura dato che i Giardini la Mortella anche nei mesi invernali hanno accolto i visitatori per mostrare loro le suggestive fioriture della stagione fredda. Ma da sabato 28 Marzo la meravigliosa oasi tropicale della Fondazione William Walton e La Mortella riaprirà al pubblico con le tradizionali visite nelle giornate di martedi, giovedi, sabato e domenica dalle ore 9.00 alle 19.00.
Il periodo della riapertura primaverile è accompagnato da una serie di incantevoli fioriture come quella dello Strongylodon macrobotrys, visibile nella Serra della Victoria Amazonica. La "liana di giada" - che Lady Walton affettuosamente chiamava Strongy - è uno strabiliante rampicante originario delle Filippine che proprio in primavera regala il prezioso dono dei suoi grappoli di fiori turchesi lunghi fino ad un metro, simili a gioielli. Pronte ad accogliere il pubblico anche le superbe magnolie orientali, insieme ai glicini e alle camelie in fiore. Ai Giardini La Mortella, il pubblico troverà anche la fioritura delle Furcree coltivate nella zona della Collina che, arrivate alla maturità, stanno preparando il gran finale innalzando le loro grandi spighe.

Al via anche la stagione musicale da camera: il primo concerto in calendario sabato 30 Marzo con l'opera buffa "The Bear" del "padrone di casa" William Walton.

I Giardini La Mortella inaugureranno la nuova stagione di apertura al pubblico giovedi 28 Marzo 2013 in occasione del lungo week end di Pasqua. Come ogni anno questo meraviglioso eden tropicale che si affaccia sulla baia di Forio d'Ischia, alla riapertura accoglierà i visitatori non solo con suggestive fioriture ma anche con la musica.

Ai Giardini Ravino, la stagione turistica si apre Lunedì 18 marzo 2013.

Oltre alla più vasta e varia collezione europea di piante succulente, affiancata da altre essenze esotiche e piante mediterranee a ornare i 6.000 mq del parco, nella sala Moby Dick saranno in esposizione le riproduzioni delle tavole botaniche che raffigurano 20 specie presenti sull'isola d'Ischia, tratte dal prezioso Atlante del monumentale trattato ottocentesco Flora napolitana, di Michele Tenore.

Il Castello Aragonese, Procida, Vivara, il Vesuvio, la Penisola Sorrentina, Capri e poi ancora Ischia con la collina di Campagnano: l’occhio scorre lento, rapito dalla bellezza di ciò che vede, poi si ferma, ammira le rocce di fuoco lì davanti che movimentano lo straordinario panorama, valorizzandone la profondità. Poi si chiude, rapito dal profumo del mare; e quando si riapre ecco arrivare dal mare una barchina che sembra condotta da un Caronte ingobbito che però conduce all’Eden. Da aprile a ottobre tutte le sere, tra le luci del tramonto, si ripete sempre la stessa scena, nel fruscio del mare che accarezza gli scogli e rompe sulle passerelle di questo posto magico. Il Giardino Eden a Cartaromana è questo: bellezza visiva e tranquillità interiore. Un angolo di paradiso incastonato tra le rocce millenarie del lato sud orientale dell’isola d’Ischia che nel corso degli anni ha saputo trasformarsi, migliorarsi arrivando oggi ad offrire ai suoi ospiti servizi di grande qualità nei campi della ristorazione, del termalismo e della ricettività. Perché al Giardino Eden ci si può deliziare il palato con gli straordinari piatti a base di pesce fresco serviti nel ristorante affacciato sul mare; ci si può rilassare nelle quattro vasche di acqua minerale presenti nel rigoglioso giardino tropicale, scegliendo a che temperatura immergersi e facendosi coccolare dagli idromassaggi e dai getti d’acqua; infine, si può pernottare nelle sette camere della struttura, tutte con vista panoramica, avendo la fortuna di risvegliarsi ammirando il meglio del golfo di Napoli. Sono ormai dieci anni che Ciro Calise e sua moglie Anna Olmo si occupano di questo posto magnifico dividendosi i compiti. Lo chef-patron Ciro si occupa del ristorante scegliendo di persona il pescato migliore della zona e interessandosi del menù da proporre ogni giorno sia a pranzo che a cena.

Al via anche la stagione musicale da camera. Primo concerto in calendario sabato 30 Marzo con l'opera buffa "The Bear" di William Walton

I Giardini La Mortella inaugureranno la nuova stagione di apertura al pubblico giovedi 28 Marzo 2013 in occasione del week end di Pasqua.

Come ogni anno questo meraviglioso eden tropicale che si affaccia sulla baia di Forio d'Ischia, alla riapertura accoglierà i visitatori con una serie di suggestive fioriture che raramente è possibile osservare in Italia. Come lo Strongylodon macrobotrys ovvero la "liana di giada" uno strabiliante rampicante originario delle Filippine che proprio in primavera rivelerà il prezioso dono dei suoi grappoli di fiori turchesi, lunghi fino ad un metro, simili a gioielli. Ad attendere il pubblico ci saranno anche le magnolie orientali, i glicini e le camelie in fiore, che donano al giardino a Valle un'atmosfera incantata, mentre il giardino in collina si coprirà di blu con le fioriture degli Echium che sembrano rivaleggiare con il mare di Forio. Sarà possibile altresì assistere anche alla suggestiva fioritura delle Furcree coltivate nella zona della Collina che, arrivate alla maturità, si prepareranno per il gran finale innalzando le loro grandi spighe. Decine e decine di altissime infiorescenze che si stagliano contro lo sfondo del mare, per uno spettacolo che si preannuncia indimenticabile!

Tra le particolarità della Mortella come non soffermarsi sulla Victoria Amazonica la ninfea gigante, coltivata nella scenografica vasca della Serra Tropicale "Victoria House", dominata dalla "Bocca" una grande scultura realizzata da Simon Verity.

Giardini La Mortella (Forio, Isola d’Ischia NA) sono vincitori del Terzo Premio Grandi Giardini Italiani per il più alto livello di manutenzione, buon governo e cura di giardini visitabili in Italia - 2012. Un riconoscimento alla professionalità e alla cura dimostrata della dott.ssa Vinciguerra nella manutenzione di un giardino italiano aperto al pubblico. Grandi Giardini Italiani è il network dei più bei giardini visitabili in Italia, marchio d’eccellenza nel settore del sempre crescente Horticultural Tourism, che certifica l’alta qualità e visitabilità dei Giardini e Parchi Botanici Italiani, con l’aggiunta di Malta e Canton Ticino. Con il Premio Grandi Giardini Italiani, il network dei più bei giardini visitabili d’Italia (www.grandigiardini.it), intende valorizzare l’impegno di proprietari e curatori nel mantenimento e costante miglioramento della visitabilità dei loro giardini in tutto il territorio italiano.

Dar voce alle segnalazioni dei beni più amati in Italia per assicurarne un futuro è lo scopo de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che chiede ai cittadini di indicare i luoghi che sentono particolarmente cari e importanti e che vorrebbero fossero ricordati e conservati intatti per le generazioni future. L’appello è volto alla difesa di tesori piccoli e grandi, più o meno noti, che occupano un posto speciale nella vita di chi li ha a cuore.

Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutta la popolazione, di qualsiasi età e nazionalità, e di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio artistico, monumentale e naturalistico;

Attraverso il Censimento il FAI sollecita le Istituzioni locali e nazionali competenti affinché riconoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del Paese e mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle così da rendere possibile il recupero di uno o più beni votati.

Altri articoli...

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.