Ischia News ed Eventi - I Pizzi Bianchi

I Pizzi Bianchi

Escursioni
Tools
Typography

Uno scenario unico, in continua evoluzione, il suo aspetto, scolpito da secoli di piogge e venti, cambia di continuo. Un luogo eccezionale, sconosciuto alla maggior parte degli isolani, un paesaggio incantato, ricco di storia e di tradizioni. Nel comune di Serrara Fontana, dalla frazione di Noia, attraverso una vecchia mulattiera, seguendo un percorso non segnalato ma, ricco dei segni di un’isola che per secoli era conosciuta oltre che per le sue acque curative, anche per le sue fertili terre e per la ricchezza dei suoi frutti. Non è difficile incontrare lungo la strada terrazzamenti ancora coltivati a Vite ed antiche cantine scavate nel morbido tufo, purtroppo non molto resistente alle intemperie ed all’erosione del tempo.

Terminata la mulattiera, seguendo un sentiero non molto agevole, si giunge ai Pizzi Bianchi, un luogo irreale per l’isola d’Ischia, un gioco della natura particolarmente bello e gradevole alla vista, un gruppo di pizzi che fuoriescono dal terreno di un colore perfettamente bianco, candidi e delicati, con una pietra che fa da cappello, modellati dal vento e dalla pioggia e dagli stessi distrutti nel tempo. Un luogo che cambia di continuo, se siete fortunati potrete vedere pizzi, alti anche cinque o sei metri. Tutt’intorno c’è un’ambiente non meno interessante, una collina, un tempo coltivata a vigneto, ora ricoperta da verdi erbe mediterranee, segni di pastori e di grandi greggi di pecore e caprette, un boschetto di querce a strapiombo su un burrone alto più di cento metri, scavato dallo scorrere delle acque della nota sorgente di olmitello e più giù seguendo il sentiero ed attraversando dei terreni privati, se non si incontrano lungo il cammino cancelli chiusi si può giungere fino alla spiaggia dei maronti.

Un luogo da visitare

Se si amano le lunghe passeggiate nella natura, scenari suggestivi ed unici per l'isola d'Ischia. Il sentiero purtroppo non è segnalato. Utilizzare una pratica guida locale per seguire il sentiero.
Punto di partenza: fraz. di Noia comune di Serrara Fontana
Punto di Arrivo: la spiaggia dei maronti all'olmitello se il sentiero è accessibile.
Raggiungibile con: Autobus linee 11 - 9 - CD - CS

Blitz all'alba col sindaco-contadino per scoprire la magia dei Pizzi Bianchi

Lappuntamento è all'alba con Cesare Mattera, il sindaco - contadino (orgoglioso di esserlo) di Serrara Fontana. La destinazione è fascinosa, almeno dai racconti, che risultano fedeli.

Lo scenario che ci appare è mozzafiato ed assolutamente inimmaginabile pure fra quelli bellissimi della nostra Isola: sono i Pizzi Bianchi. Una sequela di "guglie", assolutamente bianche, "disegnate" nei secoli dai venti, dalle piogge, dal sole, dalla luna. E tutto intorno le testimonianze di vita vissuta qui, di cui una grotta ancora bene organizzata che dà su uno strapiombo lussureggiante.

In lontananza il mare luminoso dei Maronti. Ci arrivi per una mulattiera ricca di cantine scavate nel tufo, attraverso terreni ancora ben coltivati a vite. Il sindaco parla di sentieristica, per fare in modo che questa ricchezza sia godibile da quanti amano la natura e questa dimensione dell'Isola d'Ischia. I Pizzi Bianchi: un piccolo Patrimonio dell'Umanità, che va tutelato, va difeso, va trattato con delicatezza. Lontano dal clamore, dalle folle vocianti, da quanti non riescono a vivere della nostra Isola queste immagini e queste atmosfere di valore assoluto.

I Pizzi Bianchi: una emozione forte che ti fa pensare al tempo consumato, quando invece andava vissuto: anche ad Ischia, ai Pizzi Bianchi. Aspettando i sentieri: qualcuno ascolterà il grido del sindaco-contadino di Serrara Fontana? E qualche altro vincerà la pigrizia e, spinto dalla curiosità, andrà ai Pizzi Bianchi? All'alba, in compagnia intelligente e complice, per fermarsi, riflettere, guardare avanti e sorridere.

pizzi

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.