Ischia News ed Eventi - Ischia, la notte di Festa di Sant’Anna: torna la sfilata delle barche sotto il castello

Ischia, la notte di Festa di Sant’Anna: torna la sfilata delle barche sotto il castello

Uncategorised
Tools
Typography

Ispirate ai temi della canzone napoletana le cinque costruzioni in gara per l’86esima edizione, giuria presieduta da Sylvain Bellenger, direttore del Museo di Capodimonte

Uno spettacolo che si rinnova, tra i più suggestivi d’Italia, in una baia unica. Che torna ad ospitare, la sera di giovedì 26 luglio, la Festa a mare agli scogli di Sant’Anna. Ischia celebra così la sua ultrasecolare devozione alla Santa protettrice delle partorienti ammantandola del fascino della sfilata delle barche allegoriche, che si sfidano davanti a migliaia di persone nella notte più attesa dell’anno, richiamando la fantasia con cui, dagli anni Trenta del Novecento, i pescatori isolani addobbavano le loro barche dirette alla chiesetta in pellegrinaggio.

L’86esima edizione dell’evento organizzato dal Comune di Ischia vedrà sfilare cinque barche, preparate dalle associazioni del territorio coinvolte nella lunga ed effervescente vigilia dell’evento e ispirate a cinque diversi periodi della storia della canzone napoletana.
Sfileranno così accompagnate dalle letture degli attori Aurora Cecchi e Luigi Mennella, le barche dell’Isola dei Misteri per Procida, della Pro Loco Lacco Ameno, della Pro Perrone per Casamicciola, del Premio Ischia di Architettura (PIDA) per Ischia e, infine, di Fantasynapoli/Arti e Mestieri per Forio.

«La Festa a mare agli scogli di Sant’Anna – spiega il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino – è certamente il fiore all’occhiello del cartellone d’eventi dell’isola d’Ischia e dell’intera estate campana, una realtà in grado di raccontare al mondo la bellezza di una baia straordinaria».
«Proseguiamo sulla scia delle ultime, fortunate edizioni – spiega il vice sindaco di Ischia, Luigi Di Vaia – profondendo sforzi consistenti su una Festa che – grazie alla filosofia di un comitato organizzatore fatto di giovani e appassionati professionisti – racconta l’isola attraverso fede, arte e identità, e che non a caso trova il sostegno della Regione Campania. Le cinque barche in gara assicureranno uno spettacolo unico con 600 metri quadri complessivi di zattere galleggianti».
«La nostra idea – spiega Cenzino Di Meglio, direttore artistico della Festa – è quella di porre le basi per una ripresa del sentimento popolare della Festa e del culto della Santa, coniugando l’artigianalità delle maestranze locali, degli storici costruttori di barche, con i talenti delle nuove generazioni».

Per l’allestimento scenografico delle barche in gara i costruttori si sono avvalsi della straordinaria collaborazione di alcuni tutor, allievi dall’Accademia di Belle Arti di Napoli, con la quale il Comune di Ischia ha stretto un partenariato finalizzato alla crescita artistica dell’evento. Sarà una giuria qualificata, presieduta da Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte e composta dal gallerista Massimo Ielasi, dagli ex costruttori Luca Mazzella, Antonio Cutaneo e Pasquale Di Massa, dall’illustratrice Monica Hernandez e dalla cantante Cristina Balestrieri, ad assegnare il premio alla barca più bella. Confermati anche gli altri premi: il premio Nerone, il premio Funiciello, il premio Andrea Di Massa e il premio del pubblico, intitolato al giornalista Domenico Di Meglio.

E dopo la lunga vigilia impreziosita dal “Live Light Painting for Sant'Anna”, con la digital art di Matthew Watkins che ha colorato i palazzi del borgo storico di Ischia Ponte, il grande successo dell’iniziativa delle visite guidate gratuite, nei giorni scorsi, sui luoghi della festa, e le tre applauditissime serate musicali al piazzale delle Alghe, i riflettori saranno tutti sulla baia: a presentare la serata finale, accompagnando il maestoso spettacolo della sfilata delle barche nella baia di Cartaromana e precedendo lo spettacolo di luci (curato da Davide Scognamiglio), fuochi e incendio simulato del Castello aragonese, saranno Claudio Iacono e una serie di straordinari ospiti del mondo dello spettacolo: Gianfranco D’Angelo, Sergio Vastano, Patrizia Pellegrino, Stefano Masciarelli e Tosca D’Aquino. Lo spettacolo sarà impreziosito dalle note di Fiorenza Calogero, Valerio Sgarra e Romolo Bianco, con Angelo Ricci al flauto e Marcello Vitale alla chitarra battente, in un inno alla lunga tradizione partenopea, dai grandi classici alla musica popolare napoletana.

E anche quest’anno la Festa a mare agli scogli di Sant’Anna è ecosostenibile e lancia un forte messaggio per la tutela della pulizia della baia di Ischia Ponte. Il 27 mattina appuntamento con associazioni del territorio e volontari per pulire gli scogli e i fondali dell’area che ospita l’evento: un appuntamento organizzato dall’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” in collaborazione con la Festa.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.