Ischia News ed Eventi - Seafari, a Ischia i pescatori tornano protagonisti

Seafari, a Ischia i pescatori tornano protagonisti

Ambiente
Typography

La tavola rotonda di Seafari ha promosso le attività del Flag: La piccola pesca è un settore cruciale attorno a cui può e deve ruotare il turismo delle isole. In serata spettacolari pescherecci al porto.

Ripuliscono il mare dalle plastiche, preservandone gli ecosistemi, e indossano i panni dei Cicerone, diventando veri e propri punti di riferimento per il turismo sull’isola, ma soprattutto restano depositari di tradizioni secolari, attingendo con parsimonia e rispetto al mare e scongiurando il rischio di una loro estinzione: i pescatori di Ischia tornano orgogliosamente in prima linea per il futuro ecosostenibile del mare e del settore economico e culturale che vi orbita intorno.

Attorno al tavolo di “Seafari - Storie, percorsi e sapori di mare”, l’iniziativa di animazione territoriale promossa dal Flag (Gruppo di azione locale nel settore della pesca) “Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida SCARL”, si sono gettate le basi per il rilancio di un settore economico cruciale che, ha spiegato Francesco Alfieri, capo segreteria del Presidente della Regione Campania e consigliere del Presidente per i temi attinenti l’Agricoltura, le Foreste, la Caccia e la Pesca, «risente, soprattutto nella pesca tradizionale e artigianale, della crisi congiunturale. Per questo – ha aggiunto – la Regione Campania ha previsto un sostegno, con la consapevolezza che la pesca debba diventare sempre più complementare al turismo, come sta accadendo efficacemente a Ischia».

Dove i piccoli pescatori, attraverso il progetto “InRete”, diventano spazzini del mare, con la regia dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”. E dove proprio dalla spinta propulsiva di alcuni pescatori è nato il progetto di recupero e valorizzazione del porto sommerso di Aenaria, gestito dalla Marina di Sant’Anna con la Soprintendenza: un’esperienza unica, raccontata – nel corso della tavola rotonda - dall’archeologa Alessandra Benini. «Abbiamo compreso che il turismo archeologico e culturale può fungere da traino per l’intera economia dell’isola», ha sottolineato Gaetano Lauro che con Marina di Sant’Anna propone escursioni al sito, un’attività di efficace diversificazione del reddito dei pescatori, di cui si occupa insieme alla cooperativa Ischia Barche. Un progetto ambizioso che è diventato realtà attraverso grandi sacrifici, investimenti importanti ed una serie di autorizzazioni indispensabili per poter svolgere le attività.

Durante i lavori di “Seafari”, moderati dal giornalista Pasquale Raicaldo, si è parlato di tutela di stock ittici e rispetto delle regole con il comandante del Circomare Ischia, Andrea Meloni, e delle opportunità di sviluppo attraverso il Flag, con Filippo Diasco, direttore Generale per le Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania. Gli interventi del Sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, dell’assessore con delega alla pesca ed alla risorsa mare, Luca Spignese, e dell’europarlamentare Giosi Ferrandino hanno introdotto un excursus tra le attività dell’area marina protetta, con il direttore Antonino Miccio: «La collaborazione tra le aree marine e i pescatori è sempre più cruciale per la tutela e la valorizzazione della risorsa mare».

Dalla natura alla tavola: Silvia d’Ambra di Slow Food e lo chef stellato Pasquale Palamaro hanno spiegato come e perché il pesce povero e il rispetto della stagionalità del pescato, insieme alla riscoperta delle tradizioni, siano essenziali per custodire e promuovere l’identità dell’isola d’Ischia, in linea con gli obiettivi del Flag.
Consumo responsabile prima di tutto, come tradotto nello spaghettone aglio olio peperoncino e alici ischitane dell’aperitivo Seafari dallo chef Emmanuel Di Liddo e dalla sua brigata e nei loro succulenti “cuoppi” di calamari, alici e gamberi locali, offerti nello stand del FLAG allestito nell’ambito della manifestazione “Stelle in Strada”.
Una giornata in cui, grazie al grande impegno di Pasquale Saurino, punto di riferimento della maggior parte dei pescatori locali, diversi pescherecci hanno impreziosito con la loro presenza la cornice del porto, location anche di “Stelle in Strada”: la bellezza dei gozzi colorati è stata molto apprezzata dai turisti.

Si è parlato anche di mobilità sostenibile, con l’intervento di Mariaceleste Lauro, amministratrice delegata di Alilauro, che è parte del Flag: «La nostra compagnia marittimi ha già inaugurato un’azione di profondo rinnovamento della flotta, che condurrà entro il 2021 alle emissioni zero, già garantite da alcune delle nostr unità». Sulle nuove prospettive del turismo esperienziale si è invece soffermato Emanuele Mattera di Platypus. A margine dell’evento, sostenuto dall’alto patrocinio del Parlamento Europeo e finanziato dalla Regione Campania attraverso il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (PO FEAMP) 2014-2020 (http://www.agricoltura.regione.campania.it/FEAMP/FEAMP.html), il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino ha sottolineato come «la pesca, con un suo ampio rilancio, sia fondamentale per il futuro turistico ed economico dell’isola d’Ischia». Da Ischia a Procida, nel segno della sinergia: il Flag si muoverà ora sull’isola d’Arturo, con una nuova iniziativa di animazione territoriale.

Seafari 2 I lavori

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.