Ischia News ed Eventi - Ischia incontra Matera. Il gemellaggio del dialogo e dell’identità territoriale

Ischia incontra Matera. Il gemellaggio del dialogo e dell’identità territoriale

Società
Tools
Typography

Sabato e domenica il sindaco lucano De Ruggieri sull’isola per “Noi nel Mediterraneo”: iniziative, convegni e promozione coordinata tra le due realtà

L’isola verde e la città dei Sassi: Ischia accoglie Matera celebrando, con l’iniziativa “Noi nel Mediterraneo”, l’intreccio tra due luoghi che si richiamano, dal fascino secolare delle chiese rupestri al legame profondo con il cinema, che ha saputo valorizzarle. Nell’anno di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, l’isola accoglie la città lucana, ospitando il sindaco Raffaello De Ruggieri in una due giorni che darà vita al gemellaggio culturale tra le due realtà e che sarà impreziosita dal convegno “Noi nel Mediterraneo - Itinerari sensibili e multiculturali”, in programma sabato 9 marzo alle 16.30 al Sorriso Thermae Resort di Forio e dalla passeggiata verso l’eremo di San Nicola, sul monte Epomeo, in programma domenica 10 alle 11.30.
Una serie di attività che sottolineano il  proposito di consolidare e sviluppare un accordo di cooperazione tra le due località, promuovendo la conoscenza reciproca e l’amicizia tra i cittadini di Matera e di Ischia attraverso scambi reciproci e la sottoscrizione imminente di un  patto di amicizia, sancito dal gemellaggio istituzionale con i sei comuni dell’isola verde.
Introdotto sabato mattina (ore 10) dalla Festa dei Sottufficiali nella sala consiliare del Comune di Ischia, con focus su futuro e opportunità di Ischia in Europa (interverrà, con il sindaco di Matera, l’europarlamentare Giosi Ferrandino) e la consegna di una simbolica pergamena in ricordo dei caduti con onore della città di Matera nel primo conflitto mondiale, il week end ufficializzerà anche il progetto di manutenzione della sentieristica collinare redatto dal Comune di Barano d’Ischia per intercettare con maggiore convinzione i flussi del turismo naturalistico e ambientale. Un progetto nel cui ambito sono emerse le analogie tra l’isola e Matera.
Nel corso del convegno di sabato pomeriggio la Soprintendenza archivistica per la Campania presenterà inoltre archivi di notevole interesse storico di Giovanni de Angelis, Elena Wassermann e della parrocchia di Santa Maria del Carmine in Serrara Fontana. In programma interventi del location manager Michelangelo Messina, che sottolineerà il ruolo del cinema nell’esaltare la bellezza di Ischia e Matera, del docente di architettura della Federico II Francesco Rispoli, che racconterà le analogie tra i due luoghi, e dello scrittore Ciro Cenatiempo, che parlerà di identità territoriale. La due giorni abbraccerà anche il Museo di Pithecusae, a Villa Arbusto, e anticiperà una serie di iniziative dell’isola a Matera, dove saranno raccontati i riti (a partire dalla celebre ‘ndrezzata, la danza popolare della frazione di Buonopane), le bellezze paesaggistiche e la millenaria storia di Ischia.
“Siamo orgogliosi – ha sottolineato Dionigi Gaudioso, sindaco del Comune di Barano d’Ischia, in rappresentanza dei suoi sei colleghi che hanno unanimemente sostenuto il gemellaggio con Matera – di suggellare un’amicizia così antica, che si poggia su concrete analogie tra la nostra isola e la città lucana, come testimonia l’arrivo del suo sindaco, Raffaello De Ruggieri, che avrà modo di apprezzare ancora una volta la bellezza del nostro territorio”.
L’iniziativa “Noi nel Mediterraneo - Itinerari sensibili e multiculturali” è supportata dall'associazione "Ixion" che si occupa della tutela del patrimonio monumentale e territoriale italiano: si configura come un connubio di relazioni e scambi multiculturali volti a sottolineare il fascino della storia secolare di due territori che si fondono nella natura del paesaggio dando vita ad un legame arcaico e unico nel loro essere dove l’uomo non impone il suo segno ma lo plasma. Ambiente e cultura si fondono per creare un importante crocevia di gente e di culture diverse ponendo al centro il territorio, restituendogli quel ruolo di centro del mediterraneo terre, regioni e culture. Vi si affianca anche il progetto “Cultura del territorio e scuole” a cura della Regione Campania, ultimo snodo fondamentale di un processo multiculturale che vuole essere specchio di una comunità aperta, centro del Mediterraneo.

 Noi Mediterraneo

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.