Ischia News ed Eventi - Sport never stop
24
Fri, May
0 New Articles

Sport never stop

Sport
Typography

Sport e cultura per contrastare la povertà educativa e prevenire la criminalità
Fondazione Conad ETS e Fondazione L’Albero della Vita insieme per un progetto
che offre attività sportive e ricreative a bambini che vivono in contesti sociali complessi

 

Napoli, 12 marzo 2024 – Contrastare la povertà educativa e prevenire la criminalità, offrendo a bambini e bambine che vivono nei quartieri più difficili delle grandi città la possibilità di praticare gratuitamente un’attività sportiva durante l’anno e di frequentare laboratori educativi sui valori positivi dello sport, su una corretta alimentazione e stili di vita sani. Sono questi gli obiettivi principali di ‘Sport Never Stop’, il progetto di Fondazione L’Albero della Vita ETS e Fondazione Conad ETS presentato oggi a Napoli durante un evento organizzato con il patrocinio del Comune presso Palazzo San Giacomo.

Il progetto, che ha preso il via tra settembre e ottobre 2023, copre tutto l’anno scolastico e si svolge in 8 città (Milano, Genova, Reggio Emilia, Ascoli Piceno, Perugia, Napoli, Catanzaro e Palermo) coinvolgendo oltre 250 bambine e bambini, con i loro genitori e le loro comunità territoriali. Con ‘Sport Never Stop’, Fondazione L’Albero della Vita e Fondazione Conad ETS hanno offerto centinaia di percorsi di pratica sportiva costruiti ad hoc su attitudini e desideri dei bambini coinvolti. Inoltre, sono stati attivati laboratori didattici sui valori promossi dallo sport (impegno, costanza, lealtà, leadership positiva, gestione dei conflitti e delle sconfitte) e laboratori per educare a uno stile di vita sano e a un’alimentazione bilanciata e adeguata all’età, rivolti sia ai bambini che alle loro famiglie.

Secondo il rapporto Save the Children del 2022 sulla povertà educativa “in Italia il 67,6% dei minori di 17 anni non è mai andato a teatro, il 62,8% non ha mai visitato un sito archeologico e il 49,9% non è mai entrato in un museo. Il 22% non ha praticato sport e attività fisica e solo il 13,5% dei bambini e delle bambine sotto i tre anni ha frequentato un asilo nido”. Infine, la povertà educativa e l’inattività spesso si accompagnano alla scarsa attenzione verso una corretta alimentazione: da una recente ricerca del Dipartimento di Sanità Pubblica - Università Cattolica di Milano, 1 bambino su 7 in Italia vive in una situazione di insicurezza alimentare. Questo determina un incremento dei casi di malnutrizione, obesità infantile, malattie croniche infantili.

Il progetto ‘Sport Never Stop’ nasce proprio per contrastare la povertà educativa a partire dalla proposta di praticare con continuità un’attività sportiva: rugby, nuoto, pallacanestro, calcio, ginnastica artistica e arti marziali sono solo alcuni degli sport scelti dai bambini e dalle bambine beneficiari del progetto che stanno già frequentando i corsi. Due esempi per tutti: M. una bimba che da sempre desiderava fare nuoto, finalmente è riuscita a entrare in vasca, ha partecipato alla sua prima gara e ha vinto il primo premio. Mentre il piccolo Z. - il più giovane di tre fratelli che non avrebbero potuto fare sport per le difficoltà economiche della famiglia – si è appassionato alla pratica del wushu, nella quale si è scoperto abile e molto talentuoso.
La mattinata, moderata dalla Direttrice di Fondazione Conad ETS Maria Cristina Alfieri, è stata arricchita dalla straordinaria testimonianza del Procuratore della Repubblica di Napoli Nicola Gratteri, che dal suo osservatorio d’eccezione ha condiviso un lucido e puntuale affresco della situazione giovanile nelle fasce più disagiate della società. "Credo veramente in questo progetto, per questo sono qui. Ci sono dei quartieri che vivono in situazioni estremamente disagiate, poveri veri che hanno tanta dignità. E progetti come quello che è stato presentato questa mattina sono concreti perché vanno davvero verso di loro. L’impegno di Albero della Vita e Fondazione Conad aiuta noi magistrati, perché l’attività che promuovono contribuisce a limitare la criminalità e a diminuire il nostro lavoro futuro. Qui a Napoli ho visto una forte presenza di impegno sociale. Vedo grande umanità, e anche un'effervescenza culturale che non si trova in altre metropoli” - ha dichiarato il Procuratore Gratteri, e ha concluso: “Viviamo in un momento storico difficile, specialmente per i ragazzi: ci sono pericoli nuovi, più meschini, che si nascondono anche nella tecnologia. In Italia, i primi a utilizzare Facebook per comunicare e farsi pubblicità sono stati i camorristi. Sembra strano, ma le mafie non sono strutture chiuse o segrete, hanno sempre avuto bisogno di farsi pubblicità, di essere visti come modello vincente. Oggi lo fanno con un video di TikTok con tante banconote in mano, abiti luccicanti all'interno di enormi suv. Chiunque li veda pensa che questo sia un modello vincente. Se i ragazzi non sono ben seguiti o strutturati, restano in balia di un dubbio, se aderire o meno a tale modello, e spesso ci cascano. È qui che dobbiamo intervenire, dimostrare che non è conveniente delinquere. È importante parlarne a scuola, utilizzando il linguaggio dei ragazzi e toccando le tematiche di loro interesse. Parlare con i ragazzi non è mai tempo perso: quando andiamo nelle scuole, ho riscontri continui molto positivi, riusciamo a incidere positivamente almeno sul 20% dei ragazzi. Il successo o meno di un incontro dipende dalla nostra credibilità, se siamo portatori di una storia di coerenza e serietà. I truffatori, i personaggi inventati, costruiti, non costruiscono nulla”.

Sono inoltre intervenuti, portando le loro riflessioni: Chiara Marciani, Assessore alle Politiche Giovanili e al Lavoro; Maura Striano, Assessore all’Istruzione e alla Famiglia; Mauro Lusetti, Presidente Conad Consorzio Nazionale; Giovanni Anania, Direttore Marketing PAC 2000A Conad; Manuela Marani, Segretario Generale de L’Altra Napoli EF; Salvatore Angelico e Isabella Catapano, rispettivamente Presidente e Direttrice Generale di Fondazione L’Albero della Vita ETS.
Dal mondo dello Sport il capitano del Napoli, Giovanni Di Lorenzo, impegnato con la squadra a Barcellona, ha inviato un videomessaggio per tutti i ragazzi e le ragazze coinvolte nel progetto.

Di seguito alcune dichiarazioni dei principali relatori:

"In occasione della presentazione del progetto ‘Sport never stop’, desidero porgere i miei saluti al Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, sempre vicino alle iniziative dedicate ai giovani della nostra città. Il suo sostegno all'iniziativa di Fondazione L'Albero della Vita e Fondazione Conad rafforza ancor di più la direzione verso la quale si muove la nostra Amministrazione nel sostenere iniziative, progettualità e idee incentrate sul valore dell’attività sportiva come strumento di inclusione sociale e di contrasto alla marginalità, per offrire ai nostri ragazzi un’alternativa, una visione più ampia del proprio futuro e per garantire loro la possibilità di esplorare nuovi percorsi, anche in vista di Napoli Capitale Europea dello Sport nel 2026. Il mio saluto e sentito ringraziamento, quindi, a tutte le realtà coinvolte che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto nella nostra città" ha sottolineato Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli.

“Lo sport è fondamentale per contrastare i fenomeni di devianza giovanile e di marginalità. Si tratta di un mezzo formidabile per trasmettere ai bambini e ai ragazzi valori come la lealtà e il rispetto dell’altro, sia che si tratti di un avversario che di un compagno, e l’importanza di impegnarsi costantemente per raggiungere il proprio traguardo. Con la sua forza inclusiva lo sport consente di arginare anche un’altra tendenza, quella alla marginalità, che sempre più spesso si registra nei grandi contesti urbani. Il progetto Sport Never Stop si muove nella giusta direzione, forte anche del coinvolgimento dei genitori e della comunità territoriale” ha dichiarato l’Assessore ai Giovani e al Lavoro Chiara Marciani.

“Il progetto Sport Never Stop affronta uno dei problemi più gravi del nostro tempo che è quello della povertà educativa, come confermano i dati di Save the Children, e consente di integrare il grande lavoro che viene svolto dal mondo della scuola. Offrire la possibilità di praticare attività ludiche, sport e di avvicinarsi a temi direttamente collegati, come ad esempio l’educazione alimentare, ha poi un’importanza strategica per insegnare ai nostri bambini anche gli stili di vita più corretti” ha sottolineato l’Assessore all’Istruzione e alle Famiglie Maura Striano.

“Lo sport è un formidabile espediente educativo attraverso il quale i nostri ragazzi, giocando, divertendosi e stando insieme, acquisiscono corretti stili di vita e praticano i valori del rispetto, della solidarietà, dell’integrazione e del sacrificio. Incoraggiare l’avvio alla pratica sportiva sin da bambini, rendendo più egualitario e inclusivo l’accesso allo sport, è la giusta strada da percorrere per contrastare la povertà educativa e l’emarginazione sociale. Per questo, sostengo con favore e grande entusiasmo il progetto “Sport never stop” che, riconoscendo lo straordinario potenziale pedagogico dello sport, si impegna a promuoverne la diffusione mediante concrete misure sociali quali, ad esempio, la “dote sportiva”, strumento che assicura ai bambini beneficiari - individuati secondo parametri oggettivi - l’iscrizione a un corso per la pratica di una disciplina sportiva, l’attrezzatura necessaria e la visita medico sportiva” ha affermato l’Assessore allo Sport e alle Pari opportunità Emanuela Ferrante.

“Siamo orgogliosi di sostenere un progetto sociale che si distingue per due peculiarità importanti: pone l’accento sulla qualità dell’intervento, perché offre ai bambini che vivono in contesti socialmente complessi un percorso davvero intenso sia dal punto di vista sportivo che educativo e nasce facendo rete con altri attori, quindi collaborando con scuole, istituzioni, enti del terzo settore e famiglie, con l’obiettivo di unire le forze per migliorare il benessere di un’intera comunità” ha dichiarato Maria Cristina Alfieri, Direttrice di Fondazione Conad ETS.

“Da anni siamo impegnati nel contrasto alla povertà educativa, al fianco di bambini e adolescenti che in tutta Italia vivono in condizioni di disagio. Colpendo i minori nel periodo più vulnerabile della loro esistenza, la povertà materiale ma soprattutto educativa determina uno svantaggio che difficilmente potrà essere colmato e per questo crediamo sia importante agire subito per fornire loro strumenti, opportunità e stimoli per immaginare e costruire un futuro migliore per sé stessi” ha dichiarato Salvatore Angelico, Presidente di Fondazione L’Albero della Vita ETS.

“Lo sport - ha aggiunto Isabella Catapano, Direttrice generale della Fondazione - ha una grande valenza sia come strumento educativo sia come mezzo di promozione del benessere psico-fisico di bambini e bambine. Con il nostro progetto non vogliamo fermarci alla semplice pratica dello sport, vogliamo che questo sia l’occasione per tante bambine e tanti bambini di poter immaginare per sé stessi finalmente un futuro diverso, tutto da scrivere”.

“I soci e le cooperative Conad intervengono, attraverso la Fondazione Conad ETS, per sostenere progetti che consentono ai giovani con un ridotto accesso a strutture dedicate all’armonico sviluppo di mente e corpo di avere queste opportunità. Sport e Cultura è una iniziativa che va in questa direzione e sono felice, a nome di tutto il Sistema Conad, di potervi partecipare - ha dichiarato Mauro Lusetti, Presidente di Conad Consorzio Nazionale -. Lo sport è sicuramente un aiuto per creare percorsi di crescita che aiutino i giovani a rifuggire ogni forma di attività criminale e siamo certi che questa iniziativa sia importante per le famiglie delle comunità di tutta Italia in cui operiamo”.

“In un mondo in cui la povertà educativa rappresenta ancora una sfida significativa, è fondamentale adottare approcci innovativi e inclusivi per supportare i bambini e i giovani che vivono nei quartieri più svantaggiati delle nostre città. Questo progetto risponde a questa esigenza, fornendo un'alternativa positiva e costruttiva per coloro che potrebbero altrimenti essere esposti ai rischi legati alla criminalità e alla delinquenza – afferma Giovanni Anania, Direttore Marketing di PAC 2000A Conad - PAC 2000A crede fermamente nel potere trasformativo dello sport e della cultura come mezzi per promuovere la crescita personale, la coesione sociale e la resilienza nei contesti più complessi. Siamo quindi entusiasti di essere promotori di questo progetto, al fianco di organizzazioni e istituzioni, e di offrire a molti giovani la possibilità di una vita migliore”.

Fondazione L’Albero della Vita ETS è un’organizzazione impegnata in Italia e a livello internazionale a promuovere azioni efficaci finalizzate ad assicurare benessere, proteggere e promuovere i diritti, favorire lo sviluppo dei bambini, delle loro famiglie e delle comunità di appartenenza. Dal 2009, la Fondazione è riconosciuta come ONG (Organizzazione Non Governativa) dal Ministero degli Affari Esteri e opera in Italia e all’estero.
Fondazione L'Albero della Vita E.T.S. - Sede legale: Via Francesco Petrarca 22 - 20123 Milano
Tel: +39 02 90751517 - Fax: +39 02 90751464 - @mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Ufficio stampa Simona Marotta - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - 388 3647498

Fondazione Conad ETS è un ente del terzo settore istituito per volontà di Conad, prima insegna italiana della Grande Distribuzione. Nasce per mettere a fattor comune le iniziative di sostenibilità sociale e ambientale sostenute dalle 5 Cooperative associate a Conad (Conad Nord Ovest, Conad Centro Nord, CIA-Commercianti Indipendenti Associati, Conad Adriatico, PAC 2000A) sui territori di riferimento, valorizzandole e sviluppandone di nuove su scala nazionale. La finalità della Fondazione è filantropica: obiettivo di ogni intervento è l’impegno per il bene comune, il supporto alle comunità, la promozione di una cultura di sistema.
Fondazione Conad ETS - Corso Como, 15 – 20154 Milano
https://www.fondazioneconadets.it/ - @mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Ufficio stampa Laura Quattrocchi - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - 348 8715526

PAC 2000A Conad è la più grande cooperativa del consorzio Conad, per dimensioni e fatturato, con una rete di vendita che si estende su 5 regioni: Umbria, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia. Realtà leader sul territorio, PAC 2000A Conad concorre con determinazione alla crescita e al benessere delle comunità in cui è presente con oltre 1.000 Soci, un fatturato di oltre 4,83 miliardi di euro e una quota di mercato del 20,3% nelle 5 Regioni nelle quali opera, confermandosi leader della GDO nel Centro e Sud Italia.
PAC 2000A Conad
Ufficio stampa Hill&Knowlton - Valentina Corsi - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - 327 0425730