Ischia News ed Eventi - Giardini la Mortella, Ischia: sabato 23 Luglio terzo appuntamento con il progetto culturale “Kepos”
26
Mon, Sep
0 New Articles

Giardini la Mortella, Ischia: sabato 23 Luglio terzo appuntamento con il progetto culturale “Kepos”

Cultura
Typography

Focus su archeologia e paesaggio, le connessioni delle isole nel mondo antico - Aithale (Isola d’Elba). Paesaggi di mare e mobilità di uomini, ferro e idee

Sabato 23 Luglio alle ore 18:30 nella Recital Hall dei Giardini La Mortella si svolgerà il terzo appuntamento del progetto culturale Kepos, promosso dalla Fondazione W. Walton e Giardini La Mortella e curato dalla Dott.ssa Mariangela Catuogno. Argomento di questo incontro sarà l’archeologia del paesaggio e in particolare i rapporti tra le isole nel mondo antico, con una presentazione a cura del Prof. Franco Cambi, docente di Archeologia dei Paesaggi e Archeologia e storia della agricoltura antica presso l’Università degli Studi di Siena. Il suo intervento avrà il titolo “"Aithale (isola d'Elba). Paesaggi di mare e mobilità di uomini, ferro e idee".

Da sempre le isole sono state tappe fondamentali per i principali traffici marittimi mediterranei e per chi navigava, nel breve e nel lungo corso, che si trattasse di andare da Populonia alla Corsica o da Focea a Marsiglia. Già nell'Odissea le vere protagoniste della narrazione sono, prima ancora di Ulisse, le isole e le donne che le abitavano. Le vie del mare si definivano tra scontri per il possesso delle rotte commerciali e delle isole che permettevano di controllarle, e rapporti di scambio, commercio ed alleanza. E a Ischia e all'Elba che cosa succedeva?

Da queste suggestioni sabato prossimo, ai Giardini La Mortella, partirà il racconto della vita delle isole nel passato, tra mare, dee fascinose e protettrici, eroi, conquistatori, monaci, marinai... e, naturalmente, acqua, cibo, metalli.

Ai saluti della Presidente della Fondazione Walton Dott.ssa Alessandra Vinciguerra seguirà la conferenza del Prof. Franco Cambi . I lavori saranno moderati dalla Dott.ssa Mariangela Catuogno.

L’ingresso è libero.