Ischia News ed Eventi - Ai Giardini la Mortella di Ischia inizia il conto alla rovescia per l'avvio della stagione
22
giu , mar
8 New Articles

Ai Giardini la Mortella di Ischia inizia il conto alla rovescia per l'avvio della stagione

Informazioni turistiche
Typography

A breve anche la ripresa degli “Incontri Musicali di Primavera” che negli ultimi 20 anni hanno lanciato numerosi talenti internazionali.
Conto alla rovescia per l’avvio della stagione 2021 ai Giardini la Mortella di Ischia. Tutto lo staff è al lavoro per accogliere nuovamente pubblico e musicisti: perché l’auspicio della Fondazione Walton è di avviare a breve e in totale sicurezza anche il calendario degli Incontri Musicali di Primavera, diretti come sempre dalla Prof. Lina Tufano.

L’obiettivo è di tornare al lavoro intorno alla metà di maggio e sempre per quel tempo inaugurare gli eventi musicali, ormai divenuti un imperdibile appuntamento culturale per gli ospiti dell’isola d’Ischia. La stesura del nuovo calendario musicale per la Fondazione Walton è anche l’occasione per ripercorrere la storia degli “Incontri musicali” la stagione di concerti voluta da Lady Walton per dare visibilità ai nuovi talenti che escono dalle scuole di musica italiane. Susana avviò nel 1997 una vivace collaborazione con i più prestigiosi conservatori italiani, concordando con i rispettivi direttori dell’epoca l’organizzazione dei concerti alla Mortella.

Grazie ad un ampio bacino da cui attingere, sempre in evoluzione, negli anni hanno preso parte alle manifestazioni concertistiche della Fondazione Walton giovani che sovente hanno trovato affermazione e conferma delle loro qualità in importantissimi ambiti musicali, all’estero e in Italia. Proprio in questi giorni, ad esempio, si svolge il concorso pianistico internazionale Rubinstein di Tel Aviv in Israele, una delle competizioni pianistiche più prestigiose al mondo, la cui finale si terrà in presenza il 3 maggio prossimo; ebbene su 6 finalisti, ben due sono collegati al programma di concerti della Mortella: l’ucraino Roman Lopatynskyi, che ha tenuto nella primavera 2018 due applauditissimi recital alla Mortella, e l’israeliano Ariel Lanyi in programma nella sfortunata stagione 2020, annullata causa covid, che presto però tornerà a calcare il palco della Mortella. Ai nostri giovani amici pianisti i nostri migliori auguri di vittoria!

L’affermazione nei più importanti concorsi internazionali dei giovani ospiti della Fondazione Walton non è un dato occasionale, ma è oramai tradizione delle stagioni concertistiche della Mortella; in passato molti degli interpreti si sono distinti nelle più rinomate competizioni internazionali.

Del resto l’Archivio Walton custodisce la corrispondenza tra Lady Walton ed una serie di nomi che hanno fatto la storia della musica italiana: da Roberto De Simone del Conservatorio di San Pietro a Majella, di Napoli, a Luciano Berio, Bruno Cagli, e Sergio Perticaroli dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma, a Pietro Farulli della Scuola di Musica di Fiesole, che negli anni hanno mandato ad Ischia i propri più brillanti talenti. Successivamente, nel 2001, Lady Walton affidò l’organizzazione dei concerti alla Prof. Lina Tufano, che da venti anni dirige con rigore e competenza artistica le stagioni concertistiche, e che nel tempo ha allargato il ventaglio delle istituzioni musicali che collaborano con la Fondazione: dalla Curtis School di Philadelphia alla Fondazione Stauffer di Cremona ai concorsi prestigiosi come il Concorso per Archi del Castello di Windsor.

L’elenco di questi campioni del concertismo mondiale che hanno iniziato la loro carriera alla Mortella, attraversa 20 lunghi anni di storia musicale e oggi se ne contano 18 ai vertici dei più importanti concorsi musicali internazionali.

Molto lungo è anche l’elenco dei giovani vincitori dei concorsi per archi, violinisti, violisti, violoncellisti, che si sono alternati sul palcoscenico della Mortella, tra i quali tutti i vincitori del prestigiosissimo Windsor String Competition che si tiene ogni due anni nel Castello di Windsor in Gran Bretagna e il cui ultimo vincitore, il giovane violinista Nathan Meltzer, si è esibito nella Recital Hall della Mortella in due straordinari recitals con un preziosissimo violino Stradivari.

“Soprattutto in un periodo difficile quale quello che stiamo vivendo – afferma Alessandra Vinciguerra Presidente della Fondazione Walton - ci auguriamo che questi giovani talenti siano sprone alla ripresa e alla rinascita e che la loro Musica sia un inno alla vita che vince le difficoltà. Siamo lieti di annunciare che presto ricominceranno sul palcoscenico della Recital Hall dei Giardini La Mortella le mirabili esecuzioni dei giovani interpreti, che arricchiranno con la loro bravura e il loro talento il panorama culturale dell’isola d’Ischia, in un continuo dialogo con pubblico, che tornerà – in totale sicurezza-  ad ascoltare la Musica dal vivo e a celebrare un rapporto diretto con i musicisti. Siamo altresì fiduciosi – conclude la Presidente Vinciguerra - di poter avviare nei mesi estivi, dopo un anno di stop, anche il calendario concertistico del Teatro Greco dedicato alla musica sinfonica e curato nella Direzione Artistica da Caroline Howard”.

La Fondazione Wiliam Walton, con le stagioni concertistiche, prosegue nella realizzazione della propria Mission, che intende promuovere la diffusione, conoscenza ed apprezzamento della musica valorizzando il suggestivo scenario dei Giardini. Ancora una volta il desiderio di William e Lady Walton, che la Mortella aiutasse i giovani musicisti a spiccare il volo, si materializza in un susseguirsi di appuntamenti all’insegna della musica e della cultura tra i più apprezzati dell’Isola d’Ischia.

Per scaricare il “Palmares” della Fondazione Walton: www.lamortella.org

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set.