Ischia News ed Eventi - Una collana di appuntamenti di altissimo profilo nella cornice dei Giardini La Mortella, per un incontro ravvicinato con la bellezza e l’arte nelle loro manifestazioni più pure
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Una collana di appuntamenti di altissimo profilo nella cornice dei Giardini La Mortella, per un incontro ravvicinato con la bellezza e l’arte nelle loro manifestazioni più pure

Musica
Typography

La ripresa delle attività musicali autunnali offre alla Fondazione William Walton e La Mortella un’occasione per alcune dichiarazioni alla stampa e per denunciare la costruzione di un abuso nei pressi dello splendido Giardino

Dopo il successo di critica e di pubblico degli Incontri Musicali svoltisi ai Giardini La Mortella durante la stagione primaverile ed i Concerti sinfonici organizzati nei mesi estivi nel suggestivo Teatro Greco, si apre il 4 Settembre prossimo la Stagione di musica da camera autunnale della Mortella.

I concerti, organizzati dalla Fondazione William Walton e La Mortella in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia (Roma), di San Pietro a Majella (Napoli), la scuola di Musica di Fiesole, il Conservatorio di Avellino, la Chetham’s School di Manchester, vedranno succedersi sul palcoscenico della Sala Recite dei Giardini La Mortella giovani musicisti di talento inviati dalle scuole che li hanno selezionati; essi si alterneranno ai vincitori di alcuni prestigiosi festival internazionali, per un totale di 18 appuntamenti.

Gli Incontri Musicali, curati dalla Prof. Lina Tufano, direttrice artistica della Fondazione per la musica da camera, si svolgono oramai da più di dieci anni ed hanno tenuto a battesimo giovani musicisti che si sono poi affermati come sicure promesse nel campo della musica classica italiana ed internazionale. La  professionalità dell’organizzazione, la sicura intuizione artistica e l’eccellente livello delle performance musicali fanno di questa stagione un appuntamento di grande richiamo, ed uno dei punti di forza dell’offerta culturale dell’ Isola d’ Ischia.

L’edizione autunnale si presenta con un programma  ricco e vario. Si inizierà il 4 settembre con il recital della giovane violinista lituana Diana Galvydyte , vincitrice assoluta del concorso String Competition del Windsor Festival 2009, che in duo con la pianista russa Anna Peltsis presenterà un programma finalizzato ad esaltare la voce brillante del suo violino.

Successivamente saranno protagonisti i due magnifici pianoforti da concerto Stainway & Sons custoditi nella sala concerti, con il gradito ritorno del giovane duo Fossi-Gaggini che si esibirà appunto in due concerti per due pianoforti, in un tripudio di virtuosismi e musicalità.

Questi concerti saranno seguiti dalla formazione cameristica per eccellenza, il quartetto d’archi, con il Quartetto Galatea di Zurigo, vincitore dell'edizione 2010 del prestigioso Concorso Internazionale Vittorio Rimbotti (Accademia internazionale del quartetto) che quest’anno si è anche aggiudicato il Premio William Walton assegnato a giovani promesse musicali dalla Fondazione in collaborazione con la Scuola di musica di Fiesole.

Il programma proseguirà con il ritorno del talentuoso pianista Francesco di Gregorio, già noto al pubblico della Fondazione Walton,  con un programma romantico che presenta Shumann, Chopin e Listz.

Il nono e decimo appuntamento della stagione autunnale sono affidati ad una delle più importanti scuole di musica del Regno Unito, la Chethams’ school di Manchester, già protagonista con la sua ottima orchestra giovanile di un apprezzato concerto sinfonico che si è svolto nel mese di Luglio al Teatro Greco. Per la musica da camera i giovani musicisti inglesi presenteranno un programma che include anche la voce solista, con un omaggio al padrone di casa, il compositore William Walton.

Ancora il pianoforte, ma solista stavolta, per gli appuntamenti successivi del mese di ottobre, con  gli straordinari  recital di Gianluca Luisi , uno dei musicisti accolti dalla Fondazione William Walton e La Mortella e da Lady Walton quando era un giovane studente e che quest’anno torna, oramai musicista affermato, per rendere omaggio alla memoria della signora che lo ha spronato ed aiutato all’inizio della sua carriera. Questo eccezionale artista si esibirà in un recital dedicato ai compositori pianistici per eccellenza: Beethoven, Chopin, Liszt.

Ancora pianoforte romantico per il tredicesimo e quattordicesimo appuntamento con il pianista Rinaldo Zhok , a metà ottobre, mentre gli incontri  successivi vedranno il ritorno delle sonorità avvolgenti del violoncello dell’irlandese Brian O’Kane accompagnate dal pianoforte dello scozzese Alasdair Beatson.

Il compito di chiudere questa straordinaria serie di concerti verrà affidato ai giovani talenti della Scuola di Musica di Fiesole, la violoncellista Miriam Prandi accompagnata dal pianista
Edoardo Turbil,  che a fine ottobre, in chiusura della stagione, offriranno un programma di musiche di Schumann, Brahms, Chopin.

La Fondazione William Walton e La Mortella intende rilasciare alla stampa alcune dichiarazioni:

1) Le strane dicerie dell’isola e il futuro della Mortella.

Nonostante oramai da anni il giardino e le attività musicali fossero gestiti pienamente dalla Fondazione, alla scomparsa di Lady Walton si sono levate voci funeste sul destino della Mortella, che non rendono giustizia alla lungimiranza della signora. Sono state diffuse le teorie più fantasiose: che il giardino sarebbe stato rilevato dal comune di Forio; che sarebbe passato alla Regione; che sarebbe stato ereditato da fantomatici nipoti inglesi; che era sull’orlo della chiusura o destinato alla rovina.

E’ necessario chiarire una volta per tutte che la Mortella appartiene solo alla Fondazione che ne prende il nome (Fondazione William Walton e La Mortella), un ente fondato nel 1989, legalmente riconosciuto dal Presidente della Repubblica ed iscritta nel registro delle persone giuridiche della Prefettura di Napoli.

Le attività e la vita della Mortella procederanno in futuro secondo le indicazioni e lo spirito di Lady Walton. Tutto immutato, nel segno del grande amore che Lady Walton ha portato per il giardino e per la musica e che i suoi eredi, la Fondazione, sono impegnati a rispettare, difendere ed espandere oggi e per gli anni a venire.

2) A pochi metri dai cancelli della Mortella, un ecomostro prende forma

Uno dei progetti più amati da Lady Walton negli ultimi anni era stato la rinascita del bosco Zaro che si trova alle spalle della Mortella. Tant’è che per creare un accesso secondario ed un parcheggio e sollevare la pressione del traffico sulla strada in cui si trova La Mortella la signora aveva acquistato una porzione del bosco, rispondendo così alle esigenze degli abitanti della zona e creando un accesso diretto al Teatro Greco.

Ebbene, proprio in questi giorni si sta consumando un insulto non solo alla memoria della signora – il 30 Agosto ne ricorre l’anniversario della nascita - ma anche nei confronti delle migliaia di visitatori che ogni anno vengono a visitare il giardino. Nella porzione di oliveto che la signora non era riuscita ad acquistare, è stato gettato un basamento di cemento per l’installazione di un ripetitore radio/TV, posizionato direttamente di fronte al cancello di ingresso dei giardini: un traliccio metallico alto venti metri con tanto di casotto tecnico e recinzione in rete che incomberà sulla strada, sul bosco, sul mondo naturale e armonioso che Lady Walton ha cercato di preservare.

Questo progetto dimostra un grave disprezzo nei confronti dei valori di cultura, di arte del paesaggio, di accoglienza al pubblico incarnati dalla Mortella. “Possibile che non si potesse ubicare il mostro metallico in una posizione meno vistosa? – fanno sapere dalla Fondazione - possibile che decine di migliaia di turisti dovranno constatare l’improntitudine, la sciatteria, la superficialità con cui sono state concesse  autorizzazioni che non tengono conto dei vincoli paesaggistici e dei più elementari principi di buon senso nella gestione del territorio?

La Fondazione auspica che le istituzioni e tutti coloro che hanno competenza in materia possano attivarsi affinchè possa essere individuata una soluzione alternativa che non penalizzi questo meraviglioso angolo di Ischia e che rispetti in generale l’immenso patrimonio naturalistico ed ambientale dell’Isola.

Il Calendario degli eventi e dei Concerti ai Giardini la Mortella

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.