Ischia News ed Eventi - Il bello dell'isola d'Ischia

Estate ad Ischia

Estate ad Ischia

Ischia.it, informazioni turistiche, alberghi, hotels, ristoranti, appartamenti, ville, spiagge sull'isola d'Ischia, orari marittimi ed eventi sempre aggiornati.
  1. phoca thumb l er0397 aaa 4339La festa di Sant’Anna risale ad una tradizione del secolo scorso. Il 26 di Luglio, d’ogni anno, le donne gravide andavano in processione a venerare l’effige della Madre della Madonna che si trovava in una cappella nella baia di Cartaromana. Esse erano accompagnate da un corteo composto dalle barche dei pescatori, che per l’occasione addobbavano lo scafo con frasche e ghirlande di fiori.

  2. ischia global festSarà il premio Oscar Steven Zaillian il 'chairman' della 17esima edizione dell' Ischia Global Film & Music Festival che si terrà dal 14 al 21 luglio: regista, sceneggiatore e produttore statunitense,  è tra le più influenti personalità di Hollywood. ''Siamo felici  del ritorno  di Zaillian (vincitore dell'Academy per 'Schindler's List' di Spielberg e autore anche di script per Scorsese da 'Gangs of New York' all'atteso  'The Irishman', ndr)  in questa veste di padrone di casa dopo  l'impegno nelle passate edizioni per il nostro Social Forum e le sezioni giovani - annuncia il produttore Pascal Vicedomini

  3. isolotto

    Fontane di fuoco in mezzo al mare. Direttamente dal ventre della terra, da cui risaliva densa e copiosa la lava, disponendosi strato su strato e solidificando in fretta. Non impiegarono molto tempo, terra e fuoco, con il concorso di acqua e aria, a comporre quella nuova collina sommersa, che la geologia avrebbe poi definito «duomo lavico». Una sequenza lunga di eventi modellò l’isolotto donandogli la caratteristica forma tondeggiante che, rispetto all’altro duomo lavico del Castello Aragonese, lo rende ancor oggi riconoscibile e inconfondibile davanti alla costa meridionale dell’isola grande. Delle cui ben più complesse vicissitudini e trasformazioni, geologiche e storiche, si è trovato ad essere testimone e custode in decine di migliaia di anni. È solo una stretta striscia di sabbia che unisce l’isolotto al gigante dominato dalla vetta verde dell’Epomeo. L’Insula Maior su quel versante particolarmente esposto e vulnerabile presenta uno scenario composito di alture verdeggianti, pareti rocciose alte e scoscese, promontori e lidi sabbiosi.

  4. Levy Ischia

    Non è semplice intuire a pieno l’atmosfera che si respirava a Sant’Angelo negli anni ’50. Volendolo fare, però, si può partire dal presente, quel tempo che con delicata estensione si crede il centro dell’universo, spingendo alla conoscenza di ciò che era, perché ciò che fu è nel presente se tiene in vita chi spera nel futuro. È compito dell’arte tenere la visione del futuro di chi crea, mentre chi ne osserva il prodotto, riceve pur sempre un vissuto, una parte, un participio, una partecipazione del passato. Sant’Angelo è un luogo che s’incontra, che si fa abitare. Io stesso provo una grande emozione quando entro in questo borgo: dalla roccia che costeggia ondulando la via che discende verso il centro, la piazza. Un disegno incredibile di linee tratteggiate dagli agenti atmosferici. Se la si osserva a lungo si può immaginare l’acqua che ne scorre attraverso, il vento che trova rifugio dal sale.

  5. loren

    Latitudine 40.696304, longitudine 13.893626. Una pelle moderna copre la realtà della minuscola antimetropoli cosmopolita. Sant’Angelo è stata luogo di rifugio e nascondiglio per artisti, poeti, uomini politici e d’onore, registi e attori, intellettuali e musicisti. Qui si è sempre ostentato l’eterno protagonismo del teatro umano in un gioco di alternanza tra testimoni e personaggi. Scendo per la stradina che conduce al centro dopo aver superato l’arco in pietra che disegna il piacevole ingresso. Le vetrine dei negozi attendono di essere guardate. Incontro alcuni ragazzini. Corrono dietro a un pallone sulla sabbia bagnata dal sole. La folla ordinata si ripara sotto gli ombrelloni dei bar che recintano la piazzetta. Una donna cammina tra i tavolini condotta dal suo cane al guinzaglio. Indossa un vestitino a quadretti neri, stretto alla vita da una cintura di cuoio e occhiali da sole. I capelli raccolti con cura rivelano la sensualità della nuca.

  6. liz taylor

    Palme sulla spiaggia, immensa e deserta. Cannoni e palle di pietra tra la sabbia. Proiettili da spedire contro un magnifico galeone, al largo, nel mare d’estate. E un manipolo di pirati dai volti bruciati dal sole. Al di là delle Fumarole, un folto gruppo di persone, donne soprattutto e anche bambini, osservano in silenzio. Spettatori in prima fila di un film che si sta girando sotto i loro occhi. Con il volto e i muscoli famosi di Steve Reeves, eroe dei “peplum”, che dai panni – pochi – di Ercole è passato alla scenografica parrucca di «Morgan il pirata». Uno dei film che si girano da qualche tempo a Ischia, il primo set a Sant’Angelo, dove il cinema non c’è e l’elettricità non è ancora arrivata in tutte le case. Ma il divertimento è assicurato. Anche se per pochi giorni, anzi sere, notti. Perché da queste parti, al contrario che nel resto dell’isola, si gira di notte, rigorosamente, per non disturbare i turisti. Era il 1960 e anche il tranquillo borgo dei pescatori sul versante meridionale dell’isola cominciava a essere meta turistica.

  7. Copertina-disco-giardini-mortella

    Ischia, un'isola ricca di gioielli nascosti. Al fascino del paesaggio, alla bellezza delle spiagge, al pregio delle terme invidiate e ammirate da tutto il mondo, si affianca un altro patrimonio, quello culturale, non certo meno importante. Di questo fanno parte anche i parchi e giardini, dislocati negli immediati dintorni dei centri abitati, e che conferiscono agli stessi una ricchezza difficilmente riscontrabile in altre isole.

  8. giardini poseidon Molto più di un Giardino: è una grande oasi botanica e paesaggistica, animata dai riflessi azzurri delle sue piscine, da scorci e angoli microclimatici unici e irripetibili. È davvero un luogo speciale, che ha incantato frequentatori eccellenti, e continua a farlo. L’elenco si trasforma in una galleria d’onore, altisonante di nomi famosi, magnifici e sorprendenti come i colori, le luci, i tepori, le nuance dell’habitat: ne fanno parte Gianni Agnelli e il cardinale Joseph Ratzinger; Carla Fracci e Mika Hakkinen, il campione di Formula Uno; i miti pallonari italo-tedeschi di Boninsegna, Beckenbauer, Vogts e Breitner.

  9. castello in rosaNel mese del tramondo rosa

    Mi appassionai a questo festival di filosofia sin dalla sua prima edizione nel 2015: ero ad Ischia nell’ultima settimana di settembre, perso in questa stupenda atmosfera di cambiamento che l’isola propone con la sua livrea di colori unici. Da dove vengo io, una piccola città del nord Europa, siamo sempre in agguato a settembre, pensando che le condizioni climatiche a breve cambieranno bruscamente, lasciando così spazio ai colori autunnali, alle foglie che accompagnano i fiumi nella caduta gravitazionale, in un corso d’acqua dolce, inesorabile, in continuo movimento, veloce e avido di trascorsi.

  10. michallon ischia olio legno 1819Tra lo spettacolo del golfo e le verdi colline di lava

    La traversata verso l’isola era il primo, vero contatto con il mare. L’avevano sempre osservato al sicuro sulla terraferma, vagheggiando quei lembi di terra che si stagliavano sull’orizzonte. E a Napoli, nei salotti dove si scambiavano racconti e ricordi, l’esplorazione di quelle terre immerse nell’azzurro era sempre raccomandata da chi già ne aveva avuto il privilegio.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.