Ischia News ed Eventi - Ambiente

Laboratori di educazione ambientale in piazza, punti per la raccolta differenziata durante l’evento e pulizia della baia il giorno dopo: così Comune di Ischia e Area Marina Protetta lanciano un messaggio di sensibilizzazione per il futuro dell’isola
La Festa a mare agli scogli di Sant’Anna è sempre più ecosostenibile. Per condividere un messaggio, oggi più che mai necessario, a favore della tutela dell’ambiente e del mare che bagna l’isola d’Ischia e l’intero golfo di Napoli.

Legambiente: “Persistono i problemi di depurazione nelle coste campane, in alcuni da quasi 10 anni. La Campania si trova ormai da tempo in una persistente emergenza depurativa,  il 77% degli agglomerati urbani presenti in Campania ricadono in procedura di infrazione per la depurazione.”

Dal 19 giugno riparte il servizio a Le Mortelle, zona B dell'Area Marina Protetta. Le barche potranno sostare senza causare danni alle praterie di posidonia e ai fondali.
Tra pochi giorni riapre il campo boe dell'Area Marina Protetta di Punta Campanella. Dal 19 giugno, infatti, sarà possibile ormeggiare in località Le Mortelle, luogo incantato nella Baia di Marina del Cantone a Massa Lubrense e zona B del Parco. Trentacinque boe del tipo manta ray consentiranno alle barche, fino a 24 metri, di sostare in un'area altrimenti vietata, senza utilizzare le ancore e senza causare danni alle praterie di posidonia.

Molti avvistamenti e segnalazioni nel weekend. Lo staff del Parco recupera una Caretta caretta morta. Partito il monitoraggio dei nidi in tutta la Campania.
"Prestare la massima attenzione alle tartarughe marine,sia a mare che sulle spiagge, soprattutto in questo periodo di nidificazioni". È l'appello lanciato dall'Area Marina Protetta di Punta Campanella che, nei giorni scorsi, ha ricevuto diverse segnalazioni sulla presenza di esemplari di Caretta caretta nella zona della costiera amalfitana.

Individuata una colonia riproduttiva sull'Isca. Raddoppiata anche la popolazione del Marangone dal ciuffo. L'ornitologo Cavaliere: 《Un segnale molto importante. Le politiche di tutela dell'Area Marina Protetta funzionano》.
Un ritorno graditissimo, con il suo inconfondibile becco rosso e il corpo esile e slanciato. Il Gabbiano corso (Ychthyaetus audouinii) è stato individuato pochi giorni fa, in periodo riproduttivo, sull'isolotto dell'Isca, zona B dell'Area Marina Protetta di Punta Campanella. Gli ornitologi dell’Associazione ARDEA (www.ardeaonlus.it), guidati da Vincenzo Cavaliere, hanno infatti avvistato una colonia riproduttiva di discrete dimensioni durante l'ultimo monitoraggio, effettuato la settimana scorsa, a bordo del gozzo dell'AMP Punta Campanella. Il Parco Marino collabora ormai da tempo con gli ornitologi per il monitoraggio delle popolazioni di uccelli marini presenti nell'area.

L’iniziativa dell’area marina protetta con gli studenti dell’istituto tecnico statale Luigi Galvani di Giugliano in Campania. Il direttore Miccio: “Dalle nuove generazioni un messaggio per tutelare il mare”
La temperatura del mare in superficie, a 15 e a 30 metri di profondità, il pH, la temperatura atmosferica: sarà una boa “intelligente”, progettata dagli studenti dell’istituto tecnico statale "Luigi Galvani” di Giugliano in Campania, a restituire i parametri scientifici più interessanti per l’area marina protetta Regno di Nettuno, che abbraccia le isole di Ischia e Procida.

Altri articoli...