Ischia News ed Eventi - Il Kitesurf domande e risposte

Il Kitesurf domande e risposte

Vela
Typography

A seguito degli articoli pubblicati sulla nostra rivista, ci sono pervenute una gran quantità di quesiti riguardanti l’affascinante Sport del “Kitesurf”.

Abbiamo sintetizzato le domande, contattato l’esperto Kiters nonché istruttore IKO Franco Russo ed ecco di seguito le risposte alle vostre richieste:

È necessario frequentare un corso?

È indispensabile !!, mentre in altri sport di mare come il Windsurf o il Surf da onda ci si può anche cimentare da soli, nel KS è indispensabile frequentare un corso con un istruttore federale per apprendere le varie tecniche, nonché tutte le nozioni di sicurezza. Nel Kitesurf “ Se non sai non fai”.

Praticare il KS è difficile?

Non è molto difficoltoso, solitamente con 4/5 lezioni per 10/12 ore si apprendono le prime nozioni base per poi progredire autonomamente.

Ci vuole una particolare forza o forma fisica?

Anche se sembra si debba essere molto forti per fare kite, non è cosi. Il kite è più uno sport tecnico che di forza e come in tutte le discipline di mare occorre avere una buona acquaticità, essere in ottima salute e forma fisica e resistenza.

Per la forza, diciamo che una normale preparazione da palestra consente di esercitare quei gruppi muscolari necessari al gesto atletico come gambe, braccia ed addominali.

E per i costi?

Per quanto riguarda il costo del corso siamo all’intorno dei 300 euro, comprendendo l’uso dell’attrezzatura, il materiale didattico, la copertura assicurativa e il rilascio del brevetto.

Per l’attrezzatura i prezzi sono i più svariati, considerando la tavola, l’ala, il trapezio e la muta, l’ usato (non molto consigliato) va sui 700/800 euro al nuovo all'intorno dei 1300 euro. Poi tutto dipende da cosa si compra, tra l’ultimo grido del materiale tecnico o magari a qualcosa degl’anni precedenti ma sempre nuovo. Comunque e sempre bene affidarsi o al proprio istruttore o ad un amico Kiters per consigli & pareri.

Quale attrezzatura è necessaria per iniziare?

Per cominciare va bene un’ala sui 14 Mq, per la tavola una dalle misure generose che faciliti la partenza dall’acqua e la conduzione, consigliamo una 140 Cm (lunghezza) per 40/42 Cm (larghezza).

Poi man mano che si diventa bravi si sente la necessita di avere due vele un per vento medio e una per vento forte così pure per la tavola, una per poco vento ed una per il ventone.

Dove posso praticare il Kitesurf e quale sono le stagioni migliori?

Le coste della Sicilia sono quasi tutte fruibili, naturalmente no alle spiagge rocciose, si a quelle sabbiose e attenzione a quelle con i sassolini. Le stagioni migliori sono la primavera e l’estate, comunque oggi con le attuali mute in commercio si può entrare in mare anche d’inverno.

Posso praticare il kitesurf da solo ?

Anche se il kite può essere effettuato da solo è sempre meglio avere qualcuno che ti aiuta a lanciare atterrare l’ala e ti tiene sotto controllo quando sei in acqua. Adesso che il kite e diventato più popolare è anche più facile trovare qualche partner per le uscite insieme.

- di Franco Russo Istruttore certificato IKO di Kitesurf

Per ulteriori approfondimenti : www.kite-tecnica.it

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.