Ischia News ed Eventi - Contributo della Regione Campania alle pro-loco

Contributo della Regione Campania alle pro-loco

Economia
Tools
Typography

La Regione Campania come previsto dalla L.7/2005, provvederà all’erogazione annuale di contributi a favore  delle Associazioni ProLoco iscritte all’Albo Regionale.
Le associazioni Pro Loco infatti ogni anno possono presentare istanza di contributo per i Programmi di attività redatti in sintonia con la programmazione regionale per il turismo.
Le istanze, per l’anno in corso, devono essere presentate utilizzando l’apposito modulo direttamente al Settore Sviluppo e Promozione Turismo entro il 30 aprile 2010.


Gli elementi ritenuti fondamentali per l’attribuzione di un punteggio tale da conseguire il contributo sono i seguenti:

  • punto 1: Programmi di attività – per una ponderata valutazione risulta necessaria una descrizione dettagliata delle attività programmate per tutto l’anno
  • punto 2: Accordi formali tra Pro Loco – gli accordi devono riportare con chiarezza il tipo di iniziativa per la quale sono effettuati e le modalità di regolazione dei rapporti tra i sottoscrittori dell’intesa
  • punto 3: Accordi formali con Organizzazioni Associative di Categoria – saranno considerati validi solo gli accordi formali con Associazioni di Categoria aventi scopo attinente al Settore turistico
  • punto 4: Accordi formali con i Comuni e/o altri Enti territoriali – non saranno valutate comunicazioni unilaterali attestanti semplici patrocini da parte degli Enti Territoriali - punto 5: Realizzazione di materiale promozionale – sarà valutato positivamente il materiale editoriale realizzato con funzione di assistenza ed orientamento al turista sul territorio, con particolare riferimento a quanto definito con le Linee Guida editoriali trasmesse agli Enti Provinciali per il Turismo e al Comitato Regionale Unpli con nota n. 722870 del 5 settembre 2006; non saranno presi in considerazione bozzetti e/o progetti di materiale editoriale ancora in fase di realizzazione
  • punto 6: Presenza sede autonoma – la disponibilità della sede autonoma adibita esclusivamente ai fini statutari deve essere comprovata con contratto di locazione o di comodato d’uso regolarmente registrati o attestati con atti specifici della Pubblica Amministrazione. Da tali documenti si dovrà evincere chiaramente l’uso esclusivo dei locali in favore della Associazione Pro Loco
  • punto 7: Ufficio informazioni – il punteggio relativo agli orari di apertura dell’ufficio informazioni sarà attribuito solo in presenza dell’attestazione del competente ufficio comunale che dovrà riportare con chiarezza i dati relativi ai giorni festivi, prefestivi e feriali
  • punto 8: Ampiezza demografica del Comune sede della Pro Loco – si fa presente che in mancanza dell’attestazione del competente ufficio comunale il numero degli abitanti si rileverà dal Testo “I Comuni della Campania in cifre” Sistan – Regione Campania-
  • punto 10: Rapporto fra spese sostenute per manifestazioni e spese totali, entrambe desuntedal bilancio consuntivo dell’anno precedente – dal bilancio consuntivo si devono chiaramente desumere le spese sostenute esclusivamente per le manifestazioni; qualora queste ultime non fossero chiaramente desumibili, al rapporto tra bilancio consuntivo e spese per manifestazioni si attribuirà punteggio 1
  • punti 7 e 9: Dotazione di postazione informatica e Presenza di volontari servizio civile – il possesso di tali requisiti viene attestato esclusivamente con autocertificazione. Per ottenere i relativi punteggi, pertanto, è indispensabile che alla domanda di contributo sia allegata la copia di valido documento di riconoscimento del dichiarante.

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.