Ischia News ed Eventi - Economia

Il decreto numero 383 del 16 settembre 2015 del Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, con il quale si costituisce un “ Board della Città Metropolitana per la programmazione 2014-2020” merita una riflessione di ordine formale e sostanziale perché è in discussione il modo stesso di essere del nuovo ente locale – Città Metropolitana – che ha preso il posto della Provincia di Napoli e che dovrebbe “ coordinare” la pianificazione territoriale e la programmazione economica nei 92 Comuni dell’ ex-Provincia.

La costruzione del porto turistico a Cala dell’Acqua può e deve costituire la “grande svolta” per l’economia di Ponza poiché rappresenta la scelta fondamentale ed irreversibile per il Turismo o meglio “i Turismi” come si articola oggi al tempo della globalizzazione il grande business dell’industria delle vacanze.
Il porto turistico è l’infrastruttura necessaria – anche se non sufficiente – per il passaggio decisivo dall’economia della pesca e dell’agricoltura di sussistenza a quella complessa di un turismo dai cento volti – balneare, storico-archeologico, della “memoria ritrovata” con gli emigranti che ritornano, della vita all’aria aperta, dell’offerta nautica e via dicendo – che oggi le località turistiche debbono presentare se vogliono restare sullo spietato mercato mondiale dei viaggi.

Particolarmente interessante appare l'opportunità per le imprese operanti a favore del territorio dell'isola d'Ischia.

Il capofila dovrà registrarsi sulla piattaforma telematica messa a disposizione dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la compilazione della domanda a partire dalle ore 10:00 del 14 dicembre 2015 tramite specifico portale dei procedimenti.

La Misura “Intervento straordinario per la competitività” è disciplinata dall’Avviso pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 64 del 02/11/2015 con una dotazione finanziaria pari a 120 milioni di euro. La Misura prevede l’erogazione di finanziamenti riservati alle PMI operanti nel settore industriale, commerciale, turistico e della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e naturalistico. Le risorse gravano sui Fondi del PO FESR Campania 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4.

Casamicciola ha bisogno di una scossa. Uno scatto di orgoglio della popolazione che ci vive e che ha dimenticato la grandezza passata. Da troppi anni Casamicciola è la “ Cenerentola dell’ isola d’ Ischia” mentre prima era la Regina. Era la più importante località dell’ isola d’ Ischia conosciuta per le sue “ miracolose” acque termali e descritta da poeti,giornalisti, scrittori soprattutto nel suo Ottocento e nel suo primo Novecento che Benedetto Valentino in un suo bel libro ha chiamato la “ belle époque”. Nonostante fosse stata colpita da due terremoti – il primo nel 1881 ed il secondo ancora più forte nel 1883 – Casamicciola era già la più fiorente località termale e balneare dell’ isola agli inizi del Novecento e resta tale almeno per metà del ‘ 900 nonostante la “ grande alluvione” del 1910.

Altri articoli …