Ischia News ed Eventi - Cronaca

E’ con stima che saluto la Sua persona nel ruolo nuovo che L’attende e, se mi consente il tono confidenziale, anche con affetto che deriva certamente dalla comune origine isolana e dalle frequentazioni maturate nel tempo, ma anche e soprattutto dalla consolidata amicizia che lega le esistenze degli uomini quando le diversità ideologiche vengono vissute come valori, come è stato ed è nel nostro caso.

Auguri, pertanto, di tutto cuore da un ischitano, da un politico lealmente “ contro” e da tutti noi dell’Autmare che guardiamo a Lei con vera simpatia perché riponiamo in Lei e nella sua quotidiana futura azione una speranza per la vita delle isole in termini di programmazione e di discontinuità con il recente passato; perché possa contribuire a raggiungere, nello specifico settore dei trasporti marittimi ma non solo, quegli obiettivi di democrazia, di trasparenza e di partecipazionenegati dalla passata legislatura.

L'Acap, associazione cabotaggio armatori partenopei, comunica, che si profila all’orizzonte, a partire dal 15 Aprile, la sospensione dei collegamenti marittimi nel Golfo di Napoli.

Portavoce della protesta il Presidente dell’ACAP (Associazione Cabotaggio Armatori Partenopei) Nicola D’Abundo, che stamani ha inviato al Ministro dei Trasporti On. Altero Matteoli, ai responsabili dei Ministeri competenti, al Presidente della Giunta Regionale Campana, all’Assessore ai Trasporti della Regione, ai Sindaci delle isole di Capri, Ischia e Procida, al Prefetto di Napoli ed alle organizzazioni sindacali, una lunghissima nota in cui si evidenzia agli enti interessati la mancata proroga degli sgravi contributivi per l’anno 2010 relativi alle misure anti-crisi.

Una ragazza estratta morta dal fango, più di 20 i feriti al rizzoli

Una grossa frana si è staccata da un costone del monte epomeo, sul versante nord nel comune di Casamicciola Terme ad Ischia. Alcune persone sono state trascinate in mare dalla frana, una recuperata dalla guardia costiera. Lo smottamento ha investito il parcheggio di piazza bagni, con una cinquantina di auto. Una 15enne è morta mentre una bimba, in gravi condizioni, è stata estratta dal fango. Una ventina i feriti portati in ospedale, tutti non gravi.

In Via Casale, dopo 300 metri dal sottopassaggio, si percorre la prima stradina a sinistra che termina in uno strapiombo. Nel maggio 1998 uno dei proprietari invia un fax al Comune di Serrara Fontana per segnalare il pericolo di frana. Il Sindaco Clotilde Trofa toglie subito l'abitabilità a tutte le famiglie dell'area interessata e numerosi Esperti della Regione si avvicendano.