Ischia News ed Eventi - Cronaca

Sala Conferenze Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo di Capri.

P.tta Ignazio Cerio 11 Lunedì 4 Febbraio  ore 15.00

L’accoglienza e la formazione turistica al centro della tavola rotonda che si terrà a Capri  lunedì 4 Febbraio alla presenza dell’Assessore Regionale Severino Nappi. Il  tema della tavola rotonda è “Piano Strategico di Intervento per la formazione nella filiera del turismo in Campania”, organizzata da  Capri Press, agenzia di promozione, comunicazione e relazioni pubbliche, in partnership con la DFG Training and Finance del dott. Fulvio Giugliano, società specializzata nella gestione di progetti formativi, ed in collaborazione con le amministrazioni e gli assessorati al turismo di Capri ed Anacapri e l’Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo di Capri.  

Trip Advisor, il sito di viaggi e recensioni più grande al mondo, che oggi ha annunciato i vincitori del Travelers’ Choice® Hotel Awards 2013, un premio prestigioso va all'hotel Villa Jantò di Casamicciola Terme, la prima posizione della classifica Italiana dei migliori affari, e ben tre premi ad una struttura alberghiera caprese, l’Hotel La Minerva, l’albergo dalle linee caratteristiche dell’isola, che è risultato al primo posto nella categoria degli alberghi di piccole dimensioni, che comprende gli hotel con meno di 30 camere, e miglior servizio che riguarda tutte le tipologie di alberghi. L’Hotel la Minerva per gli small hotel è stato premiato come primo in Italia, secondo in Europa e sesto nel Mondo, per il miglior servizio la Minerva si è classificato al primo posto in Italia ed all’ottavo in Europa. Soddisfazione da parte di Luigi ed Antonino Esposito, proprietari dell’albergo da loro stessi diretto che dichiarano : “Siamo estremamente orgogliosi di questo importantissimo riconoscimento che ci viene dai nostri clienti e a loro lo dedichiamo.  Essi sono la vera anima della nostra casa e condividere con loro la scoperta della nostra isola è ciò che ogni giorno alimenta la nostra passione. Questo riconoscimento rafforza il nostro entusiasmo e l’impegno affinché una sincera ospitalità resti caratteristica fondamentale della nostra casa”. Soddisfazione anche negli ambienti del comparto alberghiero e delle istituzioni, che ancora una volta vedono riconosciuto, attraverso questi importanti premi che arrivano da associazioni di rilievo internazionale, l’impegno di una classe imprenditoria locale sempre più alla ricerca dell’eccellenza, mantenendo gli standard di ospitalità al top  venendo incontro alle richieste dei flussi turistici internazionali.

E' aperto un concorso per realizzare il logo/disegno ufficiale del 16° Festival internazionale di cortometraggi Inventa un Film Lenola 2013, che avrà come tema 'NEL CUORE'.
Il festival sarà organizzato dall'Associazione Culturale Cinema e Società di Lenola, presieduta da Ermete Labbadia.
Chi ha intenzione di realizzare il logo deve fare un disegno (dimensioni: altezza 21 cm , larghezza 10 cm) contenenti le diciture 'NEL CUORE' e '16° FESTIVAL INVENTA UN FILM LENOLA 31 Luglio 4 Agosto 2013' ed inviarlo (in formato jpg) entro i 21 gennaio 2013 esclusivamente all'indirizzoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il migliore (scelto da una giuria esterna) verrà utilizzato per un anno intero come logo della manifestazione. Il nome del realizzatore verrà inserito in tutti i comunicati stampa della manifestazione Inventa un Film dal 23 gennaio 2013 al 23 gennaio 2014 e inoltre lo stesso realizzatore riceverà un riconoscimento durante lo svolgimento della sedicesima edizione del festival.

Un'ottima annata' si direbbe citando un film di un po’ di tempo fa. Il 2012 dell'olio campano e' il migliore da qualche anno a questa parte con bassa acidita' ed eccellenti caratteristiche chimiche e organolettiche.
Con ‘Nuovolio 2012’ Coldiretti Campania e Unaprol premiano i migliori extra vergine ottenuti con le olive dell'annata agraria corrente.
Sono intervenuti alla cerimonia il delegato all’Agricoltura della Regione Campania, Daniela Nugnes, il presidente e il direttore di Coldiretti Campania, Gennarino Masiello e Prisco Lucio Sorbo, il presidente nazionale di Unaprol, Massimo Gargano, il direttore della Biblioteca nazionale, Mauro Giancaspro, il professore della Facolta’ di Agraria della Federico II, Raffaele Sacchi e il capo panel di Unaprol, Giulio Scatolini.
''Con questo riconoscimento - dicono Masiello e Sorbo - vogliamo valorizzare un prodotto importantissimo per l'economia della nostra regione. L'olio e' un punto forte della tradizione campana, cardine della Dieta Mediterranea e tra i piu' importanti prodotti del nostro settore agroalimentare''.
 A rendere speciale l’”oro verde” campano e' soprattutto l'ampia varieta': 20 tipologie autoctone, ognuna con caratteristiche proprie, che completano tutti i tipi di abbinamento culinario e offrono un ottimo ventaglio di possibilita' anche dal punto di vista imprenditoriale. 
  

''Questa varieta’ cosi’ ampia - dice il professore di Industrie agrarie della Federico II, Raffaele Sacchi – e’ frutto dell'orografia del nostro territorio e di secoli di storia e cultura del cibo. Oggi abbiamo tutti gli oli del Mediterraneo, ognuno con sentori e intensita' diverse. Per non parlare delle molecole magiche - dice Sacchi – L’olio novello ha la massima concentrazione di sostanze polifenoliche altamente benefiche. Due cucchiai al giorno proteggono le nostre cellule, le membrane dello stomaco, hanno proprieta' antinfiammatorie, antiossidanti e anticancro e fanno bene alla pressione arteriosa''. 
   

'Un’ottima annata' si direbbe citando un film di qualche anno fa. Il 2012 dell'olio campano fa gongolare i produttori. E' il migliore da qualche anno a questa parte, dicono gli esperti. Bassa l'acidità, eccellenti le caratteristiche chimiche e organolettiche. Ma qual è il miglior olio novello della Campania? Questo lo si scoprirà il 7 dicembre prossimo nella Sala Rari della Biblioteca nazionale di Napoli con il concorso 'Nuovolio 2012'. Il premio, dedicato ai migliori oli extra vergine ottenuti con le olive dell'annata agraria corrente, è organizzato da Coldiretti Campania e Unaprol. Con questo riconoscimento - dicono Gennarino Masiello e Prisco Lucio Sorbo, presidente e direttore di Coldiretti Campania - vogliamo valorizzare un prodotto importantissimo per l'economia della nostra regione. L'olio è un punto forte della tradizione campana, cardine della Dieta mediterranea e tra i più importanti prodotti del settore agroalimentare.

Dedicato alla memoria del Comm.re Agostino Lauro, il premio “Otto Milioni” è il primo concorso a rivolgersi ad un pubblico molto vasto, costituito dagli utenti delle linee marittime Alilauro che riceveranno, al momento dell'acquisto del titolo di viaggio presso le biglietterie di Ischia e di Napoli, la preziosa antologia contenente le 76 poesie in gara.

Cinquemila le copie che saranno distribuite nell'arco di un mese per questa prima edizione del Premio internazionale di poesia "Otto milioni", progetto culturale ideato da Bruno Mancini con la direzione artistica di Roberta Panizza e sponsorizzato dall'Istituto Agostino Lauro, da sempre presente ove si manifestino reali innovazioni culturali, ponendo al centro dei suoi progetti l'intera isola d'Ischia.

I partecipanti al premio sono stati selezionati tra le centinaia di poesie che sono state inviate agli organizzatore e provengono da varie nazioni: oltre che dall'Italia ci sono autori provenienti dal Regno Unito e dalla Lettonia, dalla Bulgaria e dal Camerun.

Il 57% degli italiani riconosce i farmaci che assume dal nome commerciale, il 45% è disposto a pagare di più per averli, il 77% è a conoscenza delle nuove norme sulle prescrizioni in base al principio attivo

Il 57,6% degli italiani riconosce i farmaci che assume dal nome commerciale, il 7,6% tramite il nome del principio attivo e quasi il 35% attraverso entrambi. A identificare di più il farmaco grazie al nome commerciale sono i giovani (68,5%), gli anziani (64,9%), i residenti al Nord-Est (61,6%), gli uomini (59,6%) e le persone con un pessimo stato di salute (64,7%). È quanto emerge da una ricerca del Censis realizzata per Farmindustria sull’impatto della prescrizione con principio attivo sulla qualità delle cure. I cittadini associano farmaco e nome commerciale, facendo di quest’ultimo il principale fattore identificativo, pur nella consapevolezza che esistono altri medicinali equivalenti, magari con un costo inferiore. Sono più informati sull’esistenza di farmaci equivalenti gli anziani (il 78% ne è a conoscenza) dei giovani (59,1%), i residenti al Centro (77,2%) rispetto a quelli del Sud (74,5%).

Se il nome commerciale del farmaco identifica il proprio medicinale non sorprende che una quota elevata di cittadini sia pronta a pagare di più per averlo. Quasi il 45% degli italiani dichiara che nell’ultimo anno gli è capitato di pagare una differenza di tasca propria per avere un farmaco di marca piuttosto che quello fornito dal Servizio sanitario con lo stesso principio attivo ma a un costo inferiore. Ad averlo fatto sono soprattutto gli anziani (oltre il 54%), le donne (quasi il 49%) e più ancora le persone con un pessimo stato di salute (il 70,6%).

Altri articoli …