Ischia News ed Eventi - Cronaca

“Anche  quest’ anno la missione Asmef – Giornate dell’ Emigrazione ha partecipato alle celebrazioni del Columbus Day, svolte a New York nei giorni scorsi. Evento centrale, la grande sfilata sulla 5° strada del lunedì, preceduta dalla messa ufficiale alla Chiesa di St . Patrick. Si dice che sia la più importante parata al mondo: 35000 partecipanti, carri, striscioni, tutto tricolore ed in nome della nostra Italia; e tutto sotto la perfetta regia della Columbus Citizen Foundation. A margine appuntamenti forse meno eclatanti, ma senz’ altro interessanti e significativi. Due di essi organizzati dalla nostra associazione Asmef: la performance artistica, a cura di Anna Maria Pugliese, ospitata dall’ Istituto di Cultura italiana, dal titolo “ Landscapes of Memory, memory as an instrument of creative consciousness“; il simposio dal titolo “ Italiani ed italianità oltreconfine”, ospitato dal prestigioso John Calandra Institute. Ad entrambi gli appuntamenti, che hanno visto un’ ampia e qualificata partecipazione, ha portato il saluto il Console italiano Natalia Quintavalle.

I tempi sono cambiati, ma l’ America è sempre l’ America. Ossia un Paese che appare ben organizzato, coeso, innamorato della propria bandiera, e tutto sommato (e qui si registra una grande diversità con la nostra italietta) fiducioso nelle istituzioni. La crisi esiste ancora anche qui, ma , seconda diversità, la luce in fondo al tunnel sembra apparire. La tragedia delle Twin Towers scivola sempre più verso i libri di storia, lasciando l’ attualità a temi diversi, e certe deviazioni, causa ed effetto di certa finanza drogata, pian piano si ammorbidiscono, tendendo a valori ordinari. L’ efficienza del sistema, mai in discussione neanche durante le crisi più profonde, consente ai capitali globali di accedere, pompando sana economia. Tutto sommato, provando ad accostarci ancora all’ Italia ed all’ Europa, i consigli che emergono vanno tutti in una medesima direzione: rendere le istituzioni più efficienti, e dare quindi fiducia agli investitori.

Tre giorni di spettacoli teatrali, proiezioni e dibattiti con la partecipazione dei magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli

 

 

“Invitiamo tutti a vederci. Anche i ciechi più ostinati”.È questo il messaggio provocatoriocon il quale è stato annunciato “Occhi Aperti”, un weekend di eventi interamente dedicati al tema della lotta alla camorra

promosso dall’associazione Capri Film Festival, già organizzatrice della omonima kermesse di cinema, musica e teatro e giunta lo scorso anno alla sua quinta edizione.

Il messaggio è accompagnato dalle immagini dell’omicidio di Mariano Bacioterracino. Catturate da un circuito di videosorveglianza nel rione Sanità di Napoli l’11 Maggio 2009, quelle immagini riprendevano la scena dell’uccisione tra la celata indifferenza dei passanti e, diffuse dalla Procura di Napoli, servirono qualche giorno più tardi ad identificare il killer, facendo il giro del mondo.

I giorni interessati dalla manifestazione saranno quelli del 12, 13 e 14 Ottobre (gli eventi cominceranno tutti alle ore 19,00) e la location sarà la suggestiva Chiesa di Santa Teresa in Capri.

Lacco Ameno, 22 settembre  a Villa Arbusto alle ore 20,30 proiezione del documentario del regista Matteo Barzini e Francesco Ricci Lotteringi MEDE’ (Mayday). Il documentario partendo  dal Progetto Jonathan-Vela testimonia l’incontro e l’utilizzo della vela nei processi educativi per minori e adolescenti dell’area penale esterna / interna o a rischio di devianza e racconta con immagini  e storie  scevre da facili sensazionalismi  e morbosità il difficile universo minorile  ed adolescenziale della nostra città.

In questi anni di presenza e di attività a favore dei minore dell’area penale l’Associazione Jonathan onlus  si è  sempre mossa nella direzione di una continua ricerca e sperimentazione di strumenti in grado di veicolare e agevolare la realizzazione di interventi  educativi stabili e strutturali in grado di  lasciare tracce visibili dell’incontro con i ragazzi accolti nelle sue comunità.

Un salvataggio a tutti gli effetti avvenuto sabato 18 agosto 2012. Dal giornale di bordo apprendiamo che ad essere soccorsa è stata l'imbarcazione “Flying TeaPot” comandata da Fabio Grimaldi. L'Agostino Lauro Jet è stato contattato dal Compamare di Napoli alle ore 10:25 e, essendo davvero vicino all'imbarcazione in difficoltà, è giunto rapidamente sul luogo.

Se si esclude la  spettacolarizzazione dell’evento e la presentazione dell’ottimo o.d.g. sulla giustizia, presentato dall’Avv. Giampaolo Buono a nome dell’Ass. Forense dell’isola d’Ischia - ben articolato e ricco di contenuti strategici per la buona riuscita dell’operazione salva tribunale – l’incontro dei sei consigli comunali dell’isola, retoricamente da tutti definito come un’occasione storica, lascia l’amaro in bocca per i contenuti e  poiché registra la mancanza assoluta di confronti e di dibattito e di riflessione critica sulle tematiche sanità e trasporti marittimi.

Vincitori della serata sono la demagogia e l’antipolitica, l’ammucchiata unificante (destra e sinistra, amministratori ed oppositori), la disposizione al servilismo di comodo ed alla superficialità di giudizio e di proposta, l’incapacità dei sindaci di confrontarsi con il garbo che il loro ruolo istituzionale richiede nei confronti di chi “estraneo all’isola “ li ha criticati sulla stampa.

Sono salve le politiche regionali sulla sanità e sui trasporti su cui  qualcuno pensa di poter incidere con ordini del giorno generici e improduttivi: con pannolini caldi nel campo sanitario, caso mai facendo leva sul pietismo, e con proposte nei trasporti marittimi di  servizi aggiuntivi, al nulla di oggi!

Martin Wolf, Maria Latella, Massimo Franco e Paolo Graldi sono in vincitori della 33ma edizione del “Premio Ischia Internazionale” di Giornalismo, alle 21 nel suggestivo scenario della Chiesetta del soccorso a Forio d’Ischia è prevista la cerimonia di consegna dei premi. La serata sarà condotta da Tiberio Tiberi e Ingrid Muccitelli e sarà trasmessa da Rai 1 il giorno 4 luglio alle ore 23.20. Premio Ischia non è solo cultura e giornalismo, ma anche eleganza e alta moda con le splendide modelle che accompagneranno premiati e premiatori sul palco e che indosseranno le raffinate creazioni della maison Impero Couture,main sponsor dell’iniziativa. La serata inoltre prevede intermezzi musicali , di Chiara Civello, Mariella Nava, i Moderni e Piero Mazzocchetti.
Martin Wolf, editorialista del ''Financial Time'' e docente all'Oxford University, è stato scelto per l'autorevolezza delle sue analisi sull'attuale situazione economica e finanziaria mondiale, Maria Latella è stata premiata per il successo ottenuto con la sua trasmissione ''L'intervista'' in onda su Sky, Massimo Franco per i suoi puntuali commenti politici dalle colonne del ''Corriere della Sera'', mentre il “Premio Ischia alla carriera” e' stato assegnato a Paolo Graldi, gia' direttore de'' Il Mattino'' e de ''Il Messaggero''.

Al premio ischia di giornalismo, non solo focus sulla comunicazione ma anche grande eventi e impatto sul territorio. "Sette anni per ottenere le autorizzazioni per un 'grande evento' sono troppe anche per la macchina organizzativa degli Europei di calcio. Così abbiamo perso l'occasione di far giocare la Nazionale nel nostro Paese e, come accaduto nel 2009 per i mondiali di nuoto, si rischia l'effetto 'protezione civile' e le conseguenze relative alla gestione eccezionale, oggi al vaglio della magistratura".

Lo afferma Giovanni Malagò, esperto di eventi sportivi intervenuto al forum nazionale organizzato dalla Camera di Commercio di Napoli in occasione del Premio Ischia internazionale di giornalismo in svolgimento sull'isola verde.  Dal sondaggio effettuato tra i responsabili delle società che organizzato grandi eventi internazionali e intervenuti al dibattito, emerge che la burocrazia è al primo posto della speciale classifica degli ostacoli da superare nella realizzazione di manifestazioni a carattere internazionale.

Altri articoli …