Ischia News ed Eventi - Storia

L’I.P.S. partecipa all’evento dell’Istituto Europeo del Restauro per l’arrivo di due sarcofagi egizi al Castello Aragonese[Ischia, 22 Ottobre 2014] L’Istituto Professionale di Stato Vincenzo Telese di Ischia ha preso parte, sabato 18 Ottobre, alla giornata di presentazione del progetto di restauro che vede uniti l’Istituto Europeo del Restauro di Ischia e il Musées Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles per il recupero di due sarcofagi rinvenuti nel 1891 a nord del tempio di Hatshepsut a Deir el-Bahari che

resteranno esposti al Castello Aragonese di Ischia per tutta la fase diagnostica.

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

CIRCOLO GEORGES SADOUL

Sabato 8 novembre 2014, alle ore 17,30, nella sala della Biblioteca Antoniana di Ischia, l'Avv. Rosario de Laurentiis (Circolo Sadoul) terrà una relazione sul tema

Da Carlo Magno a Che Guevara: la storia raccontata dai disegni della Torre di S. Anna

Trent’anni fa, il 18 settembre 1984, morì Riccardo Lombardi. Era nato in Sicilia, a Regalbuto, il 16 agosto 1901, ma si era trasferito giovanissimo a Milano per frequentare il Politecnico. Ma in quegli anni matura anche la sua vocazione politica, che si svolge all’inizio nella sinistra del Partito popolare animata da Guido Miglioli e da Francesco L. Ferrari. Dopo il delitto Matteotti si avvicina a Turati ed agli altri riformisti che avevano dato vita al Partito socialista unitario, per aderire poi, negli anni ’30, al movimento di Giustizia e Libertà fondato dai fratelli Rosselli. E’ fra i principali animatori della lotta clandestina e della guerra di liberazione. Il 25 aprile 1945 farà parte, in rappresentanza del Partito d’Azione, della delegazione del Comitato di liberazione che raccoglierà la resa di Mussolini all’Arcivescovado di Milano.

Si tiene domenica 12 ottobre 2014 a Casamicciola Terme alle ore 10 al Complesso Calise in Piazza della Marina una giornata di studi in Memoria di Antonio Castagna (1914-1984), già sindaco di Casamicciola Terme dal 1954 al 1970, Consigliere Provinciale di Napoli dal 1970 al 1984 ed assessore alle finanze ed alla programmazione dal 1970 al 1980 e dal 1980 fino alla morte avvenuta a Casamicciola nella notte tra il 22 ed il 23 settembre 1984.

Sabato 28 giugno 2014 alle ore 20.30 presso il Salone delle Antiche Terme Belliazzi nella storica Piazza de' Bagni del Gurgitello, si terrà la presentazione del volume "Le Terme Belliazzi sulle storiche Fonti del Gurgitello in Casamicciola Terme", monografia storica a cura di Gino Barbieri. 

Ho nostalgia per la “prima Repubblica”, quella che va dal 1948 al 1992 con la legge elettorale della proporzionale pura, della miriade di partiti e partitini, dei governi che duravano pochi mesi sempre alla ricerca di nuove alleanze. La “prima Repubblica” era delineata dalla Costituzione del 1948 con un sistema parlamentare costituito da due Camere con gli stessi poteri e con un’ampia autonomia locale basata su tre livelli di potere (Comune, Provincia e Regione). Quella prima Repubblica cadde sotto la montagna della corruzione di “tangentopoli” e nell’illustrare quel quinquennio 1978-1993 Indro Montanelli della sua “Storia d’Italia” lo titola “gli anni di fango” dopo “gli anni di piombo” che vanno dal 1965 al 1978. Da allora abbiamo da vent’anni una “seconda Repubblica” fatta con nuove leggi elettorali dai nomi mostruosi e dagli effetti devastanti con una “Costituzione materiale” che ha fatto perdere solennità alla Costituzione del 1948.

Con troppa leggerezza, forse presi dall’emotività, nel 1992 si distrusse il sistema dei partiti che avevano costruito la Repubblica. Sotto il fuoco di tangentopoli scomparve dopo 100 anni il Partito Socialista Italiano, la Democrazia Cristiana si sciolse e dalle sue ceneri rinacque il Partito Popolare con lo sguardo a sinistra mentre chi gravitava a destra si chiamò Cristiano Democratico. Scomparvero anche il Partito Liberale ed il Partito Repubblicano ed i socialdemocratici saragattiani.

Il Partito Comunista Italiano – l’unico partito che si era salvato da tangentopoli – si trasformava in Partito dei Democratici di Sinistra (PDS) anche per la caduta del muro di Berlino nel 1989 ed il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991. Così il più forte partito comunista dell’Occidente passava da una chiara indicazione semantica – “comunista”– ad una generica denominazione – “sinistra” perché il termine “socialista” non era più spendibile in quanto legato alla corruzione ed alla degenerazione della “partitocrazia”.

Altri articoli …