Ischia News ed Eventi - Politica

Finalmente anche l'Isola d'Ischia avrà una sede distaccata del tribunale. Due giorni fa, infatti, è stato siglato l'accordo tra Luigi Cesaro, presidente della Provincia di Napoli, e Gaetano Ferrandino, sindaco di Ischia. Presenti anche: Carlo Alemi, presidente del Tribunale di Napoli; Francesco Caia, presidente dell'Ordine degli Avvocati, e Giampaolo Buono, presidente dell'associazione forense dell'isola di Ischia.

Grazie a tale protocollo d'intesa, sono stati stabiliti i reciproci impegni tra la Provincia di Napoli e il Comune di Ischia: la prima dovrà elargire i fondi per la ristrutturazione del tribunale e concedere momentaneamente il liceo scientifico Scotti, dove saranno allocati gli uffici del Palazzo di Giustizia; il secondo, per contro, permettere agli alunni del liceo di usufruire delle aule disponibili presso l'Istituto polifunzionale.

Finalmente anche le istituzioni politiche scendono in campo per regolarizzare la lotta all'illegalità. Che tale lotta riguardi il cyberspazio, ancora meglio. È stato infatti siglato oggi l'accordo di cooperazione internazionale, firmato dall'italiano Raffaele Ferrara, direttore generale dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, e dal francese Jean-François Villote, presidente dell'Autortité de regulation des jeux en ligne.

Entrambe autorità regolatrici del gioco a distanza, si propongono vari obiettivi, primo fra tutti quello di contrastare efficacemente i siti di gioco illegali, mediante un capillare scambio di informazioni tra gli Stati. Affianco ad esso, la diffusione del concetto di etica nelle competizioni sportive, il controllo e il sostenimento degli operatori di gioco legali, la tutela dei giocatori.

Interessante e di indubbio valore informativo il dibattito sul referendum regionale consultivo, riguardante la proposta di legge concernente la costituzione del comune unico "Isola d'Ischia", tenutosi il 1 giugno a Panza, frazione di Forio d'Ischia, a piazza Leonardo, nella sala della Congrega SS Annunziata, a cura dell'associazione culturale "Moveo", nata il 7 luglio dello scorso anno al fine di "favorire la diffusione della cultura giovanile", come si evince dallo Statuto.

Un referendum importante, che avrà luogo il 5 e il 6 giugno, quando agli ischitani verrà chiesto di decidere le sorti amministrative dell'isola, rispondendo al quesito : «Volete che sia istituito il nuovo Comune di "Isola d'Ischia" mediante la fusione dei Comuni di "Barano", "Casamicciola Terme", "Forio", "Ischia", "Lacco Ameno", "Serrara Fontana"»?

Al dibattito, che ha registrato numerose presenze nonostante il tempo avverso, hanno partecipato, in qualità di relatori, rappresentanti di entrambi gli schieramenti: l'avvocato Mario Goffredo e il professore Gianni Vuoso, a favore del comune unico; l'avvocato Vincenzo Acunto e Domenico Savio a sfavore dello stesso.

Domenica 5 e lunedì 6 giugno tutti gli ischitani alle urne per il referendum consultivo sulla possibilità di unificare le sei municipalità isolane in un comune unico.

Dico tutti gli ischitani! Perché tutti devono andare votare per non far mancare il quorum del 50% + 1 degli aventi diritto perché la consultazione referendaria sia valida. E' un'occasione importante per la nostra isola! Al di là delle dispute di campanile che sono il sale di quel confronto costruttivo per dare ai nostri giovani un futuro possibile! E' innegabile che da anni Ischia stia attraversando un'impasse preoccupante! In quanto, sull'isola, non riesce più a decollare una sana politica turistica che, nel pieno rispetto dell'ambiente, valorizzi e preservi lo scrigno di quei tesori ancora incontaminati che, negli anni, ha sempre attratto milioni di turisti.

Casamicciola, la notte della Regina

“Quarante ans, l’age terrible ou on deviens ce qu’il on est” ha detto un poeta. “Quaranta anni l’età terribile in cui si diviene quello che si è”. Come per dire che la persona umana a 40 anni deve essere nel pieno della realizzazione professionale, della maturità, della consapevolezza di se stessa.

Ma se è vero per la persona umana la considerazione del poeta può esserlo anche per le “cose” realizzate dall’uomo? Un albergo, un ristorante, un lido sul mare, che per 40 anni ha visto ospitare o passare uomini e donne, ragazze e ragazzi di ogni parte del mondo; ha visto esibirsi cantanti e musicisti provenienti dagli angoli più disparati della terra ed ancora ha visto al lavoro centinaia di uomini e donne, non finisce per diventare una “persona”? Piero Ottone, il nostro Maestro di giornalismo, chiamava addirittura il giornale “una persona”, “un amico”. Se chiude un albergo o un ritrovo di successo dopo 40 anni non muore anche tutta la “storia vivente” che ha visto scorrere e che vi era contenuta come una scrigno di ricordi, di amori, di avventure?

1861>2011>>

150° anniversario Unità d' Italia

"AI SANI PRINCIPI DI LIBERTA' SFOLGORANTI DALL'EPOPEA GARIBALDINA"

Giorno 17 marzo, festa nazionale abbiamo organizzato, insieme ad altre associazioni e le scuole, una manifestazione.

Tre eventi a Napoli per urlare no a 150 anni di bugie
 e per dire basta alla colonizzazione del Sud.

LA VERITA' CONTRO LA RETORICA!

Napoli non resta a guardare i retorici festeggiamenti degli avvenimenti storici che ne hanno decretato la morte.

Nella ex-capitale del Regno delle Due Sicilie, tutti i meridionalisti sono invitati a partecipare a tre importanti eventi di controcelebrazione.

Altri articoli...